Elezioni politiche 2018 Pentenero solo terza.

Elezioni politiche 2018 Pentenero

Delusione e  rabbia sono i sentimenti che prova Gianna Pentenero, candidata del Partito democratico nel colleggio Settimo Chivasso. Infatti è lei  la grande sconfitta di queste Elezioni politiche 2018. Commenta  a caldo: “Le urne non mentono mai e bisogna averne rispetto. Infatti si tratta   della massima espressione della democrazia. La sconfitta è netta e va riconosciuta senza attenuanti”.

L’analisi della sconfitta

Secondo Gianna Pentenero il sistema elettorale non ha consentito ai candidati di dare vita a un confronto tra persone e programmi. Dichiara: “Mentre una campagna mediatica tutta incentrata sui temi nazionali ha allontanato gli elettori dal territorio e dal contesto locale. Quindi ha prevalso comunque il voto contro, di pancia e di protesta che ha travolto l’intero centro sinistra, nessuno esente”. E se ne assume la responsabilità.

Il futuro

L’assessore regionale è convinta che bisogna  fare tesoro dell’esito delle urne, riflettere, aprire una seria riflessione e rimettere al centro le persone e la politica. Solo così  si può  ripartire. Quindi assicura che lei  ci proverò con eguale entusiasmo, consapevole che da una caduta bisogna rialzarsi subito e possibilmente più consapevoli e più forti di prima.