Ivrea elezioni le percentuali dopo i primi seggi scrutinati, al momento 6 su 25.

Ivrea elezioni

Per Ivrea elezioni passate le 2.30 non sono ancora stati scrutinati nemmeno la metà dei seggi, 25 in totale. In base ai primi dati arrivati sono state definite queste percentuali:

Maurizio Perinetti 37.49 (Pd, Moderati, Ivrea più bella e Libera Sinistra per Ivrea) è in testa con 752 voti. Segue Stefano Sertoli 29.11 (Forza Ivrea, Insieme per Ivrea, Lega e Cambiamo Insieme)  con 584. Quindi Francesco Cmotto 17.80 (Viviamo Ivrea, Ivrea Comune – Sinistra e Costituzione e Cambiamo Ivrea) con 357 preferenze. Staccati Massimo Fresc 13.71 del M5S con 275 e Igor Bosonin di Casapound 1.89 con  38.

Seguiranno aggiornamenti
Alle 3.30 sono 14 i seggi scrutinati su 25, queste le percentuali:
Perinetti sale di qualche punto a 37.54, idem Sertoli a 29.46 e anche Comotto a 18.24. Perde qualche punto percentuale Fresc, scendendo a 12.83. Guadagna qualcosa CasaPound a 1.93.

Verso il ballottaggio

Se queste proiezioni dovessero confermarsi è probabile il ballottaggio tra Perinetti e Sertoli. Dal 1993 nei comuni con almeno 15 000 abitanti – come nel caso di Ivrea dove si superano i 20mila – se nessuno fra i candidati ottiene quindi la maggioranza assoluta  è previsto il ballottaggio fra i due più votati. Il secondo turno si svolge quattordici giorni: nel caso di Ivrea, si potrebbe dunque tornare a votare il 24 giugno.

I primi commenti

 «Il risultato di questa notte è un grande risultato – sono le prime parole di Sertoli, che pensa subito al futuro – La partita non è però ancora chiusa. Abbiamo adesso davanti due settimane per convincere i cittadini di Ivrea che è, finalmente, giunto il momento del cambiamento». Due settimane che porteranno alla domenica del 24 giugno, traguardo finale per convincere gli eporediesi, anche quelli che non hanno ancora votato per lui, che il nome giusto per guidare Ivrea nei prossimi cinque anni è quello di Stefano Sertoli. «Domenica 24 potrà essere una data storica: la data in cui potrà cambiare il modo in cui questa città viene amministrata».