L’ex Primaria di Ceretta poteva diventare una scuola tecnica. SAN MAURIZIO CANAVESE.

L’ex Primaria di Ceretta poteva diventare una scuola tecnica

Secondo il consigliere di opposizione Roberto Canova l’ex scuola Primaria di Ceretta sarebbe idonea ad ospitare una scuola tecnica dove poter imparare un mestiere. Nulla contro la decisione presa dall’Amministrazione del sindaco Paolo Biavati che, invece, ha deciso di concedere quegli spazi come sede di associazioni. Prima di tutte la Filarmonica Cerettese che, con il Comune, ha già siglato una convenzione per l’utilizzo di due aule al pian terreno dell’ex plesso. Sull’ex scuola e il suo utilizzo, il consigliere Canova, ha presentato una interepellanza che è stata discussa durante il Consiglio comunale di mercoledì 7 febbraio.

La Filarmonica Cerettese attendeva una sede da molto tempo

“Premetto che sono ben felice di aver appreso che due aule dell’ex scuola sono state destinate alla Cerettese. – ha precisato Canova – Questa interpellanza, ormai, è un po’ sorpassata. Del resto l’ho presentata a fine novembre dello scorso anno e la discutiamo dopo oltre due mesi. Quello che vorrei sapere è solo con quale criterio sono stati assegnati gli spazi. Due aule alla Cerettese, ma restano ancora tre aule. Una al pian terreno e due al superiore. Ho saputo che una delle aule è stata messa a disposizione come sala incontri. Che ognuno può chiedere pagando una quota. Per la Cerettese so che l’affitto mensile simbolico è di 40 euro a copertura spese utenze. Ma le altre stanze? Si era anche parlato di un ambulatorio medico? E’ ancora una proposta valida?”.

Leggi anche:  Reddito comunale, M5S presenta il progetto stasera a Ivrea

 Cargnino: “A decidere cosa fare dell’ex Primaria devono essere i cerettesi”

A rispondere è stato il vice sindaco Ezio Nepote. “La Filarmonica attendeva da anni un locale e siamo felici di aver potuto reperire questa nuova sede – ha risposto – Abbiamo già dato incarico di sistemare il riscaldamento. Adesso è centralizzato, faremo in modo che venga reso indipendente per ogni aula. Un altro locale è stato messo a disposizione per le associazioni che ne faranno richiesta.
Attualmente, a disposizione, c’è solo la sala di Casa Marchini Ramello ed un altro spazio era necessario”. Secondo il consigliere di opposizione Laura Cargnino “L’ex scuola deve essere messa a disposizione dei cerettesi. Due aule sono state assegnate, ma credo che per le altre dovrebbero essere i cerettesi a decidere cosa farne. Attraverso una consultazione che, secondo me, sarebbe opportuno organizzare”.