Torino Ceres errori procedurali. Pro Natura Piemonte chiede la sospensione dei lavori sulla linea ferroviaria Torino-Ceres.

Torino Ceres errori procedurali

L’associazione a tutela ambientale, ha inviato una lettera al Ministero dell’Ambiente, al Ministero dei Trasporti e, per conoscenza, agli assessorati ai Trasporti di Regione Piemonte, Città Metropolitana e Comune di Torino, nonché ai sindaci dei Comuni (e ai presidenti delle circoscrizioni di Torino) interessati dalla linea. Unitamente alla missiva ha unito otto allegati di approfondimento con dati e valutazioni tecniche e dettagliate.

Mancata verifica preventiva

Nella lettera l’avvocato Domenico Accorinti, responsabile per le infrastrutture ferroviarie di Pro Natura, evidenzia infatti la “mancata verifica preventiva pubblica di assoggettabilità alla VAS e di apertura di Conferenza dei Servizi” e la “conseguente impossibilità di definire, in termini sistematici, la migliore modalità di perseguimento degli interessi pubblici in ambito trasportistico e ambientale previste dal Codice dell’Ambiente (D.L. 152/2006)”.

Violazione di norme procedurali

Pro Natura Piemonte, attraverso le parole dell’avvocato Accorinti accusa la Regione di “violazione di norme procedurali comportanti nullità dei provvedimenti di approvazione adottati e, più in generale, dei principi di buona amministrazione” tutto questo comporterebbe, o avrebbe già comportato il “rischio di danni irrimediabili ad una ottimale funzionalità tecnicoeconomica e alla sostenibilità ambientale dell’intero sistema dei trasporti della Città Metropolitana di Torino”. La lettera si conclude dunque con la richiesta di sospensione dei lavori al fine di evitare ulteriori possibili danni erariali.