Borgaro Nobis 1965 missione compiuta. La formazione allenata da Licio Russo grazie al pareggio sul campo del Castellazzo Bormida ha conquistato la matematica salvezza in serie D.

Borgaro Nobis 1965 missione compiuta

Con 90 minuti di anticipo rispetto alla fine del campionato di serie D, il Borgaro Nobis 1965 ha conquistato matematicamente la salvezza in categoria. Si tratta di un risultato importantissimo per la formazione canavesana. Il punto decisivo per l’impresa dei gialloblù è arrivato sul campo del Castellazzo Bormida. In Lombardia Lorenzo Parisi e compagni hanno impattato per zero a zero contro i padroni di casa. Con l’ “x” in schedina l’undici gialloblù sale a quota 46 punti in classifica.

A reti inviolate

Nella delicata e fondamentale partita contro il già retrocesso Castellazzo Bormida il Borgaro Nobis 1965 è sceso in campo con De Marino tra i pali. Davanti al numero uno i padroni di casa hanno schierato nell’undici titolare Picone Chiodo, Benassi, Grillo e Ignico. In mezzo al campo e in attacco, quindi, hanno indossato la casacca gialloblù Del Buono, Begolo e De Bonis. Mentre con licenza di offendere e segnare Licio Russo ha puntato sulla classe e fantasia di Alfiero e Sardo.

Leggi anche:  Giulio Porcario talento delle due ruote strappa applausi a Cuorgnè

Eccellenza amara

Mentre il Borgaro Nobis 1965 festeggia la meritata salvezza in serie D, dall’Eccellenza non arrivano buone notizie per il San Maurizio Canavese. I già retrocessi canavesani hanno infatti perso per 3-0 contro il quotato Baveno. Per i ragazzi allenati da Di Muro si tratta quindi della settima sconfitta consecutiva. Domenica i biancoblù chiuderanno dunque la stagione sul campo della Juve Domo.