Borgaro Nobis vittoria storica: superato anche il Como.

Borgaro Nobis vittoria storica, mercoledì da leoni del pallone

Continua in serie D il momento magico della formazione canavesana. Dopo l’ottimo risultato in casa della Pro Sesto, infatti, l’undici gialloblù supera di misura anche il Como. Si tratta, quindi, di un successo da applausi per Parisi e compagni che superano una squadra dal glorioso passato in serie A. A regalare i tre punti ci pensa il “solito” Jack Chiazzolino. Il suo colpo di testa fa esplodere di gioia il pubblico del Walter Righi.

Gli uomini che fecero l’impresa

Contro il Como, che non aveva mai perso lontano dalle mura amiche del “Sinigaglia”, Licio Russo punta sul modulo 4-2-3-1. Per il Borgaro Nobis 1965 scendono in campo, infatti, Galante tra i pali, Pagliero, Benassi, Grillo e Ignico in difesa, Del Buono, Begolo, Menabò, Sardo, Pasquero e Zanella tra centrocampo e attacco. La ripresa regala emozioni, mentre il primo tempo è all’insegna dell’equilibrio. Al 50’ il portiere dei padroni di casa, infatti, è mostruoso nell’abbassare la saracinesca sullo sparo a colpo sicuro di Molino. Al 75’ l’episodio decisivo. Sardo pennella un cross con i giri giusti dalla sinistra e Jack “Sparrow” Chiazzolino con un imperioso colpo di testa segna il gol partita.

Leggi anche:  Motocross in pista i campioni di Italia, Europa e Stati Uniti

Sfatato il tabù Walter Righi

Borgaro Nobis vittoria storica. Prima vittoria in casa. E tre punti d’oro in chiave salvezza. Commenta così l’incontro l’allenatore Licio Russo: “Siamo una neopromossa. Prima di tutto, quindi, dobbiamo salvarci. E’ importante venire fuori subito dalle sabbie mobili della bassa classifica. Ma con questa determinazione, cattiveria, voglia, anima e cuore, che ha la squadra, possiamo fare risultati importanti. Come quello di oggi e come quello contro la Pro Sesto. C’erano defezioni importanti. Tuttavia, quelli che vengono chiamati in causa ogni giornata danno il massimo e anche oltre. Quindi non posso che ringraziarli, sono ragazzi meravigliosi”.