Si è chiusa per Cuorgnè una intensa due giorni fatta di tante cose: sport, emozioni, orgoglio, complimenti e lamentele. Un evento dal bilancio complessivamente positivo come spiegato dal sindaco della città Giuseppe Pezzetto.

Si è chiusa per Cuorgnè una intensa due giorni fatta di tante cose: sport, emozioni, orgoglio, complimenti e lamentele. Un evento dal bilancio complessivamente positivo come spiegato dal sindaco della città Giuseppe Pezzetto: “E’ stata una grande avventura e una bella esperienza. Non era scontato che riuscissimo ad ottenere la candidatura per ospitare dei campionati Nazionali. Erano in molti a volerli, non era scontato che portassimo a casa questo risultato che nel tempo resterà negli annali del ciclismo Italiano. Grazie a chi ci ha creduto, ai tanti volontari, ai tecnici del Comune e alle forze dell’ordine. Grazie ai cittadini che hanno vissuto il vero spirito di questa competizione che andava oltre al messaggio sportivo, sono certo che quelli che hanno partecipato all’evento, vedranno da oggi alcune cose della vita in modo diverso. Ma un grazie enorme va a tutti gli atleti che ci hanno onorato con la loro presenza. La loro tenacia, la loro costanza e la loro semplicità ci hanno fatto bene e insegnato delle cose! Mi dispiace per quelli che non hanno potuto o voluto esserci, a mio parere un’occasione persa. Un ultimo ringraziamento doveroso a quelle attività commerciali che hanno capito il vero spirito di questa iniziativa e non hanno abbassato le serrande. Sono certo che molti cittadini abbiano apprezzato questa loro disponibilità e sensibilità. Grazie ancora e buona domenica a tutti”.