Red Clay Castellamonte si veste d’azzurro grazie al promettente Edoardo Zingarelli impegnato nel week-end a difendere i colori della Nazionale Italiana.

Red Clay Castellamonte si veste d’azzurro

Il Canavese e la città della ceramica si vestono d’azzurro e volano in Nazionale. Merito di Edoardo Zingarelli dei Red Clay Castellamonte. Il promettente atleta piemontese è stato infatti convocato dallo staff dell’Italia  per la quarta edizione del Torneo Internazionale Alpe Adria. L’evento si svolgerà fino al 3 giugno a Staranzano. La manifestazione Goriziana ha visto al via 5 squadre. A fare compagnia alle due selezioni azzurre (una formata da atleti nati nel 2003 e l’altra da atleti del 2004), anche una rappresentativa della Germania, una dell’Austria ed una selezione del Friuli Venezia Giulia.

Edoardo Zingarelli con la Nazionale

Nella squadra del 2004, diretta dal manager Roberto De Franceschi e dai coach, Luca Martignoni, Leonardo Mazzanti, Claudio Corradi e Alberto Furlani sarà in campo il pitcher dei Red Clay Castellamonte Edoardo Zingarelli. Il presidente del Comitato regionale Piemonte Mario Pinardi e tutto il baseball e softball Piemontese si sono congratulati con i giocatori selezionati a vestire la maglia della Nazionale Italiana. Inoltre, hanno ringraziato  le società di appartenenza e l’accademia Piemonte baseball per l’ottimo lavoro svolto nell’attività giovanile. Decisivi sono stati quindi i Try out svolti nel Centro Olimpico di Tirrenia, dove Edoardo Zingarelli aveva ben figurato.

Leggi anche:  Canavese Cup 2018, calcio giovanile di alto profilo

Fiore all’occhiello

Obiettivo raggiunto e un fiore all’occhiello in più anche per il club in «viola». Proprio i Red Clay Castellamonte sono stati infatti protagonisti la scorsa settimana di un riuscito «open day» con le scuole canavesane. Una bella giornata capace di promuovere un’esperienza positiva. Un’iniziativa che ha avvicinato gli alunni  al mondo dello sport e quest’ultimo alla scuola. Per creare opportunità di movimento e socializzazione per i bambini. E per stimolare e consolidare, nei giovani, l’abitudine alle attività sportive e al movimento  considerati come fattore di formazione umana e di cre scita civile e sociale.