Bilancio più che positivo e una pioggia di applausi per la prima edizione del festival delle bande giovanili di Volpiano in memoria di Pietro Cerutti.

Festival delle bande giovanili

«E’ doveroso per la Filarmonica Volpianese ricordare Pietro Cerutti. Pietro aveva molto a cuore i giovani: ha fatto scuola a tantissimi giovani musici volpianesi e non solo. E per questo motivo, per la prima edizione del festival in memoria di Pietro Cerutti abbiamo deciso di puntare sulle bande giovanili». Con queste parole, nella serata di sabato 22 giugno, Mario Goia, presidente della Società Filarmonica Volpianese, ha voluto aprire il concerto inaugurale del I Festival in memoria del Cav. Pietro Cerutti, presidente ANBIMA Provincia di Torino e vicepresidente ANBIMA Nazionale, oltre che persona molto attiva nel mondo dell’associazionismo volpianese.

Emozioni in musica

Nella suggestiva location di piazza Amedeo di Savoia a Volpiano, ai piedi del campanile e in pieno centro storico, si è esibita la Banda Musicale Giovanile del Piemonte, una formazione di circa 100 giovani musicisti di età fra i 13 e i 27 anni provenienti da formazioni bandistiche di tutto il Piemonte. E il primo brano proposto, intitolato «Marcia per Pietro», è stato un omaggio al musico volpianese. Il giorno successivo, domenica 23 giugno, nel cortile di Palazzo Oliveri, si sono alternate le formazioni giovanili di Brozolo, Cantoira (Junior Band) e ovviamente i padroni di casa volpianesi con le loro inconfondibili polo arancioni, la Filarmonica Volpianese Junior Winds.