A San Francesco al Campo cambia il sistema di bollettazione dei rifiuti.

Arriva la Tarip

La novità verrà introdotta dal 1 gennaio 2020. La tassa verrà pagata anche in base al numero di svuotamenti dei cassonetti dell’indifferenziata. Mentre restano invariati i parametri del numero di occupanti e dei metri quadrati della casa.

Cittadini pronti alla rivoluzione?

L’Amministrazione comunale sta predisponendo le attività informative. Nei prossimi giorni saranno spediti gli inviti ai residenti. Annuncia il vicesindaco Diego Ferron: “A fine novembre organizzeremo il secondo incontro per informare la popolazione sul nuovo sistema di bollettazione dei rifiuti prodotti sul territorio”. L’incontro si terrà nella palestra “Fratelli Peressotti”. IL centro sociale l’anno scorso si è dimostrato insufficiente a contenere tutti i cittadini.

Raccolta dell’ indifferenziato quindicinale

Dal 2020 i cassonetti dell’indifferenziato verranno ritirati quindicinalmente. Mentre al momento il passaggio è settimanale. Sulla questione afferma Ferron: “La popolazione si deve rendere conto che la civiltà si evolve. I rifiuti sono un grosso problema. Dopo che il cestino è pieno, si devono smaltire. Per vendere il differenziato bisogna saper collocare i vari oggetti nei contenitori giusti”. L’obiettivo è superare il 65% di differenziata. Altrimenti c’è il rischio d’incorrere nelle sanzioni.