Antico Carnevale di Castellamonte: ecco il programma della manifestazione che nel 2019 taglia il traguardo delle 67 edizioni.

Antico Carnevale di Castellamonte

Il Carnevale medievale del Canavese taglia il traguardo delle 67 edizioni e lo fa con una manifestazione dal programma ricchissimo. Ultimi preparativi per l’Antico Carnevale di Castellamonte, organizzato dalla Pro loco in collaborazione con la Città di Castellamonte. Si parte sabato 23 febbraio alle 20.30 si parte con il corteggio storico: da largo Talentino fino alla rotonda Antonelliana, passando per piazza Martiri, via Educ e piazza Vittorio Veneto. Alla rotonda, dopo la presentazione dei rioni, dei gruppi ospiti e del Supremo Ordine Bela Pignatera e Consoli, ci sarà la prima uscita ufficiale della Bela Pignatera e del primo Console anno 2019. A seguire nomina dei terzieri e delle dame e spettacolo a tema, con partecipazione del “Contado” e dei rioni della città della ceramica, sbandierato ridi Grugliasco, associazione Scrima di Torino. Dopo il cerimoniale, rinfresco per i figuranti.

Un programma ricchissimo

Non finisce certo qui il ricchissimo programma. Venerdì 1 marzo, alle 20.30 cena del Carnevale alla Società operaia di San Giovanni. Sabato 2 marzo alle 20.30 al Martinetti ballo in maschera con premiazione della maschera più bella, di quella più spiritosa e del gruppo più numeroso. Ingresso gratuito. Musica dal vivo con i “Discordia”. Domenica 3 marzo appuntamento alle 9.30 con il raduno dei figuranti in piazza Martiri della Libertà, corteggio storico per le vie del paese e rinfresco presso l’abitazione dei personaggi. Alle 10.30 tutti in piazza Vittorio per la presentazione del “Re Pignatun”. Alle 12 benedizione e distribuzione dei fagioli grassi alla rotonda Antonelliana. Alle 15.30 appuntamento al salone Martinetti con la festa dei bambini con animazione e merenda offerta della Pro loco. Alle 18.30 nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo sarà celebrata la Santa Messa con la partecipazione dei “reali” dell’Antico Carnevale di Castellamonte e dei suoi figuranti.

Leggi anche:  Castellamonte: grande successo per la cena benefica

Ultimi appuntamenti

Questi, invece, gli ultimi appuntamenti in programma. Lunedì 4 marzo alle 20.30 il centro congressi Martinetti, in via Educ, torna ad essere il centro di gravità dell’evento con la tradizionale supertombola. Martedì 5 marzo, sempre al Martinetti, serata latino con musica dal vivo, ballerini e Dj. Mercoledì 6 marzo alle 20.30 il grande finale della rievocazione storica del tuchinaggio con la sfilata dei carri allegorici. Partenza fissata in piazza Generale Romano. Il percorso prevede: via Buffa, via Saint Amand, via Nubola, via Roma, via Ex Internati, via Caneva, piazza Martiri della Libertà, via Educ, via Romana, via Nigra, largo Talentino, piazza Martiri, via Educ, piazza della Repubblica. All’ombra della stufa di Ugo Nespolo si terranno l’esibizione del personaggio della Quaresima e successivo rogo del “Re Pignatun”, che segna di fatto la conclusione della manifestazione con i carri allegorici che rientreranno da via Educ sino all’area mercatale.