Aumenta la bolletta dei rifiuti. Accade a Corio.

Aumenta la bolletta dei rifiuti

A Corio rincara la bolletta dei rifiuti nel 2019. Anche se si tratta di un aumento nell’ordine di pochi euro a utenza.

Più indifferenziato, più costi

Il piano finanziario della Tari è lievitato di 15 mila euro. Purtroppo si differenzia di meno. La percentuale è salita anche a causa della cattiva gestione degli ingombranti. Il frigo o divano rotto devono essere portati all’ecostazione più vicina. Oppure si può telefonare al numero verde del Cisa. Commenta il sindaco Susanna Costa Frola: “L’aumento sarà lieve quindi questo dato non impatterà più di tanto sulla spesa delle famiglie”.

La montagna e il porta a porta

Ci si allontana dalla percentuale ideale di differenziazione. Fissata dalla Regione nel 65%. L’ostacolo principale è l’impossibilità d’ attivare il “porta a porta” su tutto il territorio. La questione è sentita anche dai paesi di Rocca e Coassolo. L’abitato di Corio risulta diviso a metà. Nella parte bassa è in corso il ritiro a domicilio. Invece nelle borgate più vicine ai monti è attiva la raccolta stradale. Commenta Costa Frola: “Le strade di montagna non consentono il passaggio dei mezzi pesanti”

Leggi anche:  Bandi regionali per le attività espositive, rievocazioni e carnevali storici e divulgazione culturale

Abbandono abusivo: ci vogliono le foto-trappole?

Per combattere l’abbandono abusivo dell’immondizia si sta pensando all’acquisto di telecamere. Le isole ecologiche vengono usate per abbandoni consistenti di materiali spesso non portati dagli abitanti. Conclude Costa Frola: “Stiamo facendo dei tentativi per cercare di posizionare delle foto-trappole laddove è possibile”.