Blocco del traffico al via domani, coinvolti i Comuni di Beinasco, Borgaro, Carmagnola, Caselle, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta di Torino, Rivoli, San Mauro, Settimo, Torino, Venaria Reale, Vinovo e Volpiano.

Blocco del traffico al via domani

Domani, martedì 1 ottobre 2019 ripartono i blocchi antimog a Torino e in 22 Comuni della provincia. Lo scorso agosto la Regione Piemonte ha approvato la delibera con le nuove disposizioni per il blocco strutturale e in caso di emergenza.

I dettagli

Stop 7 giorni su 7 e h 24 a tutti i veicoli Euro 0 (diesel, benzina, metano e Gpl) e tutti i diesel Euro 1. Dopo 4 giorni consecutivi di sforamento dei limiti scatterà il semaforo arancione che prevede, in aggiunta a allo stop canonico dei mezzi succitati, anche il blocco delle autovetture diesel Euro 4 dalle 8 alle 19 e dei veicoli commerciali diesel Euro 4 dalle 8,30 alle 14 e dalle 16 alle 19. Scatterà il semaforo rosso in caso di sforamento dei limiti per 10 giorni consecutivi e in questo caso dovranno fermarsi anche tutti i veicoli diesel Euro 5 immatricolati prima del 1° gennaio 2013 (gli Euro 5 più recenti saranno liberi di circolare) e i veicoli benzina Euro 1.

Niente stufe a legna

La giunta ha inoltre disposto che in caso di sforamento dei limiti e scatto del semaforo arancione vengano spente le stufe a legna: vietato dunque l’utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) inferiore alla classe energetica di 3 stelle. Con semaforo rosso invece il divieto (in caso di presenza di generatore alternativo) a quelli aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle.

Leggi anche:  Nuovo Livello Superiore Partenze all'aeroporto di Torino Caselle

Rimane l’obbligo di utilizzare, nei generatori di calore di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellets certificati conformi alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2.

Le esenzioni

Novità importante per questa “stagione” di blocchi: la Regione Piemonte ha previsto una deroga per chi ha un ISEE inferiore ai 14 mila euro, questi cittadini potranno circolare, ma solo con veicoli a partire dall’Euro 3 diesel ed euro 0 benzina. Deroghe anche per i veicoli utilizzati dai venditori ambulanti che lavorano nei mercati nei soli orari di apertura e chiusura, e quelli dei lavoratori turnisti o che stanno rispondendo a chiamata in reperibilità. Via libera anche agli over 70.

In Piemonte

Gli altri Comuni piemontesi coinvolti nei blocchi antismog sono Alessandria, Casale Monferrato, Novi Ligure, Tortona, Asti, Biella, Alba, Bra, Novara, Trecate e Vercelli.