Botti di Capodanno: nessuna ordinanza per vietarli. I sindaci non hanno pubblicato alcun documento ufficiale negli albi pretori dei Comuni di Caselle, Borgaro e Mappano.

Niente ordinanze per 30 mila abitanti

I tre Comuni contano una popolazione di circa 30 mila abitanti. Lunedì 31 dicembre i fuochi d’artificio e i petardi ritorneranno a infastidire gli animali domestici. Oltre a costituire un pericolo per le persone. Gli autori dei fatti saranno puniti secondo le disposizioni del codice penale. Le sanzioni vanno da 103 euro fino all’arresto per un mese.

Festeggiamo senza botti

A Caselle il sindaco Luca Baracco dà alcuni consigli ai residenti affermando: “Festeggiamo con tranquillità. L’uso di botti potrebbe determinare il danneggiamento del patrimonio pubblico e privato”. S’invita la popolazione a evitare l’uso di materiale esplodente. Vietato anche l’impiego dello spray al peperoncino.

Manca l’organico di polizia

A Borgaro non sono previste ordinanze. Commenta il sindaco Claudio Gambino: “Le ordinanze vanno fatte rispettare. Non disponiamo di vigili urbani da impiegare sul territorio”. Infatti se si imponessero delle multe ci dovrebbe essere qualcuno in servizio titolato a notificare le sanzioni.

Leggi anche:  Alla Croce Bianca del Canavese parte il nuovo corso 118

Il neo-Comune

Pure a Mappano il primo cittadino Francesco Grassi ha deciso di non sottoscrivere atti ufficiali. L’Amministrazione conta sul fatto che le contravvenzioni sono già previste dal codice penale. Basterà per trascorrere una notte tranquilla?