La storica Casa di Riposo Umberto I° di Cuorgnè diventa un’Azienda di Servizi alla Persona. La struttura di via Perucchetti 7, infatti, ha completato l’iter richiesto ed ha avanzato in Regione l’istanza per restare un Ente Pubblico convertendosi da Ipab ad ASP (Azienda di Servizi alla Persona).

Casa di Riposo Umberto I

«Si tratta di una procedura complessa che richiede un notevole dispendio in termini di professionalità e risorse – spiega il presidente della Casa di riposo cuorgnatese Umberto I, Ferdinando Domenico Nigra – Per contenere i costi abbiamo utilizzato le risorse interne dell’Ente in più possibile, non ricorrendo a consulenze esterne o pareri extra. Un riconoscimento e plauso per l’impegno va a tutti ed in particolare al direttore, il dottor Raffaele Brasile ed al segretario, Carlo Araldi, per l’impegno profuso». Novità importanti, che fugano i dubbi e rumors sul futuro dell’ente, circolati in paese.

Nuova stagione

Si apre una nuova stagione per la casa di riposo Umberto I°, visto l’importante riconoscimento di Ente Pubblico a tutto tondo. E’ stato anche redatto un nuovo Statuto che ha attualizzato quello precedente fermo al 1938. «La responsabilità è alta, occorrerà rivedere le procedure interne ed adeguarsi a nuovi e più stringenti vincoli formali e sostanziali – commenta il direttore, Raffaele Brasile – La finalità è quella di puntare sempre più sulla professionalità e qualità, per offrire ai nostri utenti prestazioni sempre più di eccellenza». Il restyling «aziendale» conferma l’ex Ipab come un patrimonio e fiore all’occhiello assistenziale del paese delle due torri.

Leggi anche:  Il teatro è troppo piccolo: Mozart a Torino

Azienda servizi alla persona

E’ inoltre l’occasione per ricordare le novità più interessanti riguardanti la casa di riposo Umberto I°. «Ha preso avvio il progetto di Intervento Assistito da Animali con la collaborazione della Dog Island – chiosano dall’Umberto Primo – Si tratta del terzo anno di attività presso il nostro Ente, sempre con riscontri altamente positivi. Quest’anno in particolare abbiamo la sponsorizzazione del Rotary Club per lo svolgimento di questa importante iniziativa. Inoltre si segnala che sabato 23 marzo i ragazzi dell’oratorio di Salto verranno a trovarci per passare un piacevole pomeriggio con i nostri ospiti con una simpatica merenda tutti insieme».