In occasione del Giorno del Ricordo, sabato 9 febbraio i militanti della sezione canavesana di CasaPound hanno deposto un mazzo di fiori in via Martiri delle Foibe a Castellamonte.

CasaPound a Castellamonte

Sabato 9 febbraio i militanti della sezione canavesana di CasaPound hanno deposto un mazzo di fiori in via Martiri delle Foibe a Castellamonte per omaggiare la memoria delle migliaia di italiani vittime dei massacri titini. “Per il primo anno nel Canavese, abbiamo ricordato con questo gesto i diecimila italiani che tra il 1943 e il 1945 vennero trucidati barbaramente nei territori dell’Istria e della Dalmazia dai partigiani comunisti mentre altre centinaia di migliaia furono costretti all’esilio” ha dichiarato Igor Bosonin referente di CasaPound nel Canavese.

Per non dimenticare

“A differenza delle sinistre che per decenni hanno cercato di impedire la commemorazione del dramma degli infoibati e degli esuli, CasaPound onora ogni anno il ricordo di quei martiri vittime dell’odio comunista e, d’ora in avanti, anche il Canavese non mancherà di rendere omaggio al sacrificio dei nostri fratelli e sorelle” ha aggiunto Igor Bosonin durante l’iniziativa castellamontese.

Giorno del Ricordo

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra (1943-1945), e della più complessa vicenda del confine orientale».