La “Colletta Alimentare” mobilita un centinaio di volontari. Sabato 24 novembre associazioni e studenti si sono infatti ritrovati nei punti vendita di Caselle, Borgaro e Mappano.

Colletta alimentare, coinvolti nove punti vendita

La spesa solidale si è tenuta in nove punti vendita. I supermercati sono stati individuati nei comuni di Caselle, Borgaro e Mappano. Commenta il promotore Valter Leonarduzzi: “Sono stati raccolti 4.473 chili d’alimenti. Così si è reso concreto e operativo lo spirito solidale dell’iniziativa”. Nel corso della giornata sono state distribuite delle borse della spesa vuota. Sono state riconsegnate piene dalle famiglie. La merce è stata suddivisa e sistemata negli scatoloni.

Iniziativa fondazione “Banco Alimentare Onlus”

Questa realtà si occupa della raccolta di generi alimentari e del recupero delle eccedenze. Dopodichè della ridistribuzione a varie strutture caritative. I prodotti arrivano alle persone indigenti. IL centro di raccolta si trova a Moncalieri. Qui sono stati stoccati i generi alimentari messi insieme a Caselle.

Studenti protagonisti

Una trentina di ragazzi ha aderito all’appuntamento. I giovanissimi frequentano la terza media nelle scuole di Caselle e Borgaro. Si è perseguito uno scopo educativo. Sensibilizzare le nuove generazioni ad aiutare chi è in difficoltà. Si ringraziano gli istituti comprensivi per la collaborazione. Un grazie va anche alla Protezione Civile e alle compagini di Borgaro presenti al Bennet.