Il direttivo della Lega di Castellamonte: «Il convegno di Sant’Anna di domenica con la Bresso è un mero pretesto per fare propaganda pro-Pd. Spiace che a organizzarlo sia un Consiglio di frazione, violando il suo regolamento».

Bufera politica sul convegno di Sant’Anna

«Non sono ammesse forme di consultazione, divulgazione e coinvolgimento della popolazione, dei cittadini singoli ed associati, relativamente a propagande politiche di qualsiasi tipologia». Questo cita testualmente il regolamento dei Consigli di frazione, scritto e approvato dall’Amministrazione Mazza. Un mero pezzo di carta, visto che viene disatteso quando fa comodo. Lo dimostra il caso dell’evento organizzato dal Consiglio della frazione Sant’Anna Boschi domenica prossima 31 marzo con l’europarlamentare del Pd Mercedes Bresso.

La Lega all’attacco

«Un convegno di Sant’Anna che è chiaramente il pretesto per fare propaganda filo-Pd in vista delle elezioni del 26 maggio, contravvenendo in pieno alle norme che la stessa maggioranza ha voluto redigere – critica il direttivo della Lega di Castellamonte – Se davvero, come sostiene il sindaco, si tratta di una conferenza “tecnica”, allora ci dovrebbe spiegare perché il relatore è un politico e non un funzionario europeo. E se davvero non si tratta di un incontro propagandistico, allora perché mai non sono stati invitati altri politici di partiti diversi? Forse il Pd locale temeva che un convegno sotto le insegne di partito avrebbe fatto flop e così ha preferito “mascherarlo” camuffandolo da tavolo tecnico. Cosa che non è, come si può ben capire».

Leggi anche:  Uomo rapinato a Castellamonte nel parcheggio, la Lega chiede più sicurezza

Pd e Mazza nel mirino

«Mettere il logo del Comune sui manifesti di quello che è chiaramente un evento di partito è poi come minimo una forzatura. Spiace constatare questo utilizzo disinvolto dei simboli istituzionali – prosegue la Lega castellamontese – Una cosa è certa: Mercedes Bresso e il Pd possono fare tutti i convegni che vogliono e fare finta che siano appuntamenti tecnici, ma non serviranno certo a salvarli dall’ennesima batosta elettorale. Da nord a sud, lungo tutto lo Stivale, il Pd sta collezionando una serie di figuracce tale da lasciarci veramente indifferenti di fronte a certi mezzucci utilizzati per accalappiare un po’ di pubblico. A loro lasciamo volentieri le chiacchiere, noi badiamo ai fatti. Quando sarà il momento la Lega, con il suo simbolo e senza “sfruttare” i Consigli di frazione, organizzerà un vero evento, con veri tecnici, per illustrare modalità e possibilità offerte dai nuovi programmi di finanziamento europei 2021-2027».