Firmiamo la petizione per rendere libera l’autostrada A5 tra i caselli di Albiano di Ivrea, Scarmagno, Quincinetto e San Giorgio.

Firmiamo la petizione

L’appello arriva dal M5S di Ivrea: Firmiamo la petizione per rendere libera l’autostrada A5. Le firme sono 1.300 tra quelle raccolte sia su carta che on line (clicca qui per firmare anche tu). Ma ne servono molte di più per “trattare” sulla concessione in scadenza alla Ativa. E’ su questo aspetto la “battaglia”. Cioè chiedere che il prossimo gestore preveda la liberalizzazione e la costruzione di un nuovo casello a San Bernardo.

Il commento del M5S

Molti cittadini, associazioni attente all’ambiente e noi del M5S indichiamo nella creazione di una tangenziale gratuita usando il tratto della A5, tra  Albiano, Scarmagno, Ivrea
e Quincinetto. Sarebbe la soluzione più idonea per ridurre l’afflusso dei circa 90.000 veicoli che ogni giorno percorrono le strade di Ivrea. L’impatto sulla diminuzione delle polveri sottili nell’aria cittadina sarebbe notevole, con una netta contrazione. Se non un azzeramento, del numero di sforamenti dei limiti di legge di Pm10 nell’aria. Nel 2017 sono stati sessanta, il dato più alto dal 2013 ad oggi. Continuando di questo passo nel 2018 la situazione potrebbe ancora peggiorare.

Gli incontri

Il 30 novembre, in occasione della riunione pubblica del M5S di Ivrea che si terrà al Centro Civico di Bellavista in piazza Primo Maggio, organizzeremo il primo di una serie di banchetti dove potremo dialogare e raccogliere altre firme a sostegno della petizione che chiede agli amministratori un impegno per realizzare la tangenziale gratuita. Il giorno dopo, sabato 1 dicembre, saremo in Piazza Ottinetti per proseguire nella raccolta.

La richiesta

Siamo determinati a raggiungere il nostro obiettivo. Le condizioni sono certamente favorevoli, visto che è in corso la pratica per il bando della concessione autostradale che non verrà più automaticamente rinnovata al vecchio gestore come avvenuto negli scorsi decenni da parte dei governi passati. Oggi abbiamo l’occasione per imporre alcune condizioni per il rinnovo della concessione e, attraverso la gratuità dei caselli, migliorare la qualità dell’aria di Ivrea, la viabilità della città e contribuire alla diminuzione dei costi di cittadini e aziende.

Leggi anche:  Sport in carcere a Torino per promuovere l'inclusione

L’incontro con Marocco

Nei prossimi giorni il gruppo consiliare M5S di Ivrea incontrerà il vicesindaco metropolitano Marco Marocco e il consigliere delegato Antonino Iaria per un confronto su questi temi e per coordinare le scelte da compiere. E’ infatti di queste ore la notizia che la Città Metropolitana stia considerando di prendere in gestione l’autostrada A5 o, in seconda battuta, assumere il controllo di quei caselli che permetterebbero attorno ad Ivrea di creare una tangenziale gratuita. Certamente la garanzia dell’ente pubblico assicurerebbe una continuità difficilmente ritrovabile in ambito privato.

Giovedì sera la discussione in Consiglio comunale

Anche in consiglio comunale eporediese l’ipotesi della creazione di una tangenziale sulla A5 ha suscitato interesse, vi sono i presupposti perché il progetto venga sostenuto in modo unitario e trasversale dalla politica locale. La sommatoria di queste azioni politiche che si stanno concretizzando in questi giorni fa crescere la consapevolezza anche nella popolazione. La determinazione della politica e dei cittadini sono presupposto necessario per condizionare le decisioni che il Governo dovrà prendere e a cui dovrà  sottostare il futuro gestore della A5. Le condizioni sono mature. Le decisioni per il bando del nuovo gestore dell’autostrada non sono ancora state prese