Fondi erogati da Città Metropolitana ai Comuni sede di distaccamento dei Vigili del Fuoco per far fronte a interventi urgenti e sostenere spese di approvvigionamenti.

Comuni sede di distaccamento dei Vigili del Fuoco

Con un decreto del vicesindaco Marco Marocco, la Città Metropolitana di Torino ha dato il via ai contributi, per un totale di 200.000 euro, da erogare a favore dei Comuni sede di distaccamento dei Vigili del Fuoco.

Le spese

Il provvedimento fa riferimento alle norme che hanno trasferito a Città metropolitane e Province l’attuazione degli interventi urgenti in caso di crisi causata da calamità naturali, oltre ai primi interventi tecnici per favorire il ritorno alle normali condizioni di vita delle aree colpite, e all’organizzazione e all’impiego dei volontari. Le stesse norme prevedono anche l’acquisizione di forniture e la prestazione di servizi per migliorare l’efficacia degli interventi di Protezione civile.

Le parole del vicesindaco Marocco

“Abbiamo impegnato per l’attribuzione di questi contributi” spiega il vice sindaco della Città metropolitana di Torino Marco Marocco “un importo complessivo di 200 mila euro (5 mila euro a ogni Comune). Sono comprese dal decreto 40 amministrazioni comunali che ospitano una sede di distaccamento dei Vigili del Fuoco. È un passo importante per consentire, in caso di emergenza e non solo, lo svolgimento di tutte le attività di pronto intervento a opera dei Vigili del Fuoco, comprendendo anche il prezioso contributo delle organizzazioni di volontari, divenute negli anni indispensabili, a favore dei cittadini e del territorio.
“Desidero ricordare, tra l’altro” conclude Marocco “che il nostro decreto è stato sollecitato anche da una lettera di Paolo Ruzzola, capogruppo della Lista civica per il territorio del Consiglio metropolitano”.