Giochiamo insieme al parco giochi a Ivrea

Giochiamo insieme

L’11 Marzo prenderà il via ad Ivrea il progetto  Giochiamo Insieme al Parco Giochi , promosso dall’Assessorato all’Istruzione, grazie all’Assessore Giorgia Povolo, in collaborazione con l’ “Associazione Culturale Cor et Amor”, presieduta da Luca Nardi. Quest’ultima si occupa di promuovere la cultura della gentilezza, sia a livello locale che nazionale, impiegando il gioco come canale comunicativo, rivolgendo particolare attenzione ai bambini ed agli adulti che li circondano. Il progetto vede coinvolti inoltre gli Istituti Comprensivi Ivrea 1 ed Ivrea 2 a cui fanno riferimento le 8 classi terze delle scuole primarie partecipanti, oltre alle associazioni Bellavista Viva e Serra Morena.

La dichiarazione dell’assessore

“Grazie a questo progetto, potranno essere trasmesse utilizzando i parco-giochi cittadini e coinvolgendo i bambini con attività ludiche, importanti nozioni atte a stimolare il senso civico nei soggetti più giovani della nostra comunità. È importantissimo che i bambini, il futuro delle nostre comunità, abbiano sempre un occhio di riguardo per i beni della collettività e per l’ambiente che ci circonda. Grazie agli operatori dell’Associazione Cor et Amor verrà presentato quindi un progetto nuovo per la nostra città che quest’anno vedrà la partecipazione delle classi terze della scuola primaria. Proprio perchè riteniamo lodevole l’iniziativa invitiamo i bambini di tutte le età a partecipare alle due giornate organizzate in collaborazione con altre due associazioni preziose ed attive sul nostro territorio” dichiara l’assessore Povolo.

Sull’esempio di Bogotà nel 1995

“Giochiamo Insieme al Parco Giochi” è un progetto di cittadinanza attiva, che si ispira ad un esperimento sociale che ha avuto un grande successo a Bogotà nel 1995, grazie alla lungimiranza dell’allora Sindaco Antanas Mockus. Bogotà era una città difficile e pericolosa: Mockus ottenne uno straordinario cambiamento sociale, attraverso un approccio pedagogico, con clown, ironia e la partecipazione convinta dei cittadini. Una delle azioni sociali che intraprese per coinvolgere i propri cittadini a prendersi cura della propria città, fu quella di inviargli a casa una cartolina, con sopra riportato un “mi piace” da un lato ed un “non mi piace” dall’altro. Gli abitanti di Bogotà furono quindi invitati a portarla sempre con sé e mostrare il mi piace quando assistevano a comportamenti positivi, oppure il “non mi piace” a quelli negativi. Il risultato fu un cambiamento del modo di pensare degli abitanti di Bogotà, con una ricaduta positiva sulla qualità della vita di tutti i cittadini.

Leggi anche:  Fondazione Guelpa, Lega e Forza Italia smentiscono le "voci" sul Cda

Il progetto a Ivrea

Lo stesso principio sarà proposto nell’ambito del progetto “Giochiamo Insieme al Parco Giochi”, responsabilizzando oltre 180 bambini e le loro famiglie a prendersi cura dei parchi giochi cittadini. Nel mese di marzo i contenuti del progetto saranno introdotti a scuola, sotto forma ludica, ai bambini delle classi eporediesi aderenti, mentre ad aprile le famiglie degli alunni coinvolti, parteciperanno ad un incontro a scuola, in cui i bambini condivideranno coi propri genitori quanto appreso nel primo incontro, giocando insieme. Al termine saranno consegnate a tutte le famiglie le cartoline con sopra stampati da un lato un emoji sorridente, che fa un “mi piace” e dall’altro un emoji triste con un “non mi piace”. Le famiglie saranno invitate ad usare queste cartoline durante il mese di maggio, quando si recheranno ai parchi giochi cittadini, valorizzando con gli emoji sorridenti i comportamenti positivi (come buttare le carte nel cestino, condividere un gioco con un altro bambino) dei fruitori e invitando gli stessi a riflettere, con gli emoji tristi, qualora compiano azioni da migliorare (ad esempio buttare le carte a terra, usare in malo modo il parco giochi).

Gli appuntamenti in programma

Per le famiglie eporediesi che volessero partecipare al progetto, con figli di altre età rispetto alle classi coinvolte, potranno farlo partecipando domenica 31 marzo al pomeriggio al 1° incontro introduttivo che si svolgerà nell’ambito della “Festa di Primavera” organizzata dall’Associazione Serra Morena, alla Polveriera. Successivamente al 2° incontro, in cui saranno consegnate le cartoline, che si svolgerà il 28 aprile, si potrà scegliere se partecipare al mattino all’incontro organizzato a Bellavista, con Bellavista Viva, oppure a quello pomeridiano alla Polveriera con l’associazione Serra Morena. Durante il progetto i bambini e le famiglie proporranno delle regole per un corretto utilizzo del parco giochi, che dopo essere state selezionate dalle stesse, saranno poi presentate all’Amministrazione Comunale, che avrà la facoltà di adottarle per la regolamentazione per l’utilizzo responsabile dei parchi giochi cittadini.