Giovani di Locana investono nel turismo e nella ricettività in valle Orco. Per il Comune una bella iniziativa.

Giovani di Locana investono nel turismo e nella ricettività in valle Orco

Un manipolo di ragazzi e ragazze di ogni età che hanno deciso di andare controtendenza e di «sfidare» tutto e tutti, decidendo di investire nella realtà in cui vivono, cioè Locana. Una decisione che il Comune ha accolto con entusiasmo e sta cercando in ogni modo di appoggiare. Grazie alla presentazione di una serie di progetti di assoluto valore,  anche il Gal ha deciso di premiare questi esempi di imprenditoria.

Questi i nomi di chi crede nelle potenzialità del paese

Marco Lusci, che insieme alla famiglia gestisce il «Ristorante Da Tiziano», Andrea Laboroi, anche lui noto insieme ai suoi cari per mandare avanti una nota gastronomia, Rosita Negro Frer, giovane ed apprezzata architetto, Tamara Peruffo, Giandomenico Vitton Mea, Matteo Gatto e Federica Cavoretto, i quali oltre a varie attività in paese, hanno unito le forze per dare vita ad un «parco avventura», sono i nomi dei localini che hanno deciso d’investire risorse, tempo e tanta energia per far sì che il loro paese riparta di slancio.

Leggi anche:  Formula 1 2019, Vettel e Ferrari a caccia di Hamilton

La piena soddisfazione del primo cittadino valligiano

Il primo cittadino Giovanni Bruno Mattiet, insieme a tutta l’Amministrazione comunale cittadina, ha accolto con entusiasmo tutto ciò. “Non poteva essere altrimenti – dice il sindaco di Locana – perché è bello vedere che c’è chi crede ancora nello sviluppo del territorio. Un esempio che speriamo faccia da volano in futuro ad altri progetti ed iniziative che facciano in modo che il paese non si spopoli, bensì torni ad essere rigoglioso come un tempo”.