Destinato ai giovani under 35, il premio Giovani talenti canavesani è destinato a residenti od operanti nel territorio in cui il Rotary Cuorgnè e Canavese.

Giovani talenti canavesani

Un premio importante per valorizzare i «Giovani talenti canavesani».  E’ stato istituito per l’anno 2018-2019 dal Rotary Club Cuorgnè e Canavese, presieduto attualmente da Roberto Romagnoli. Il premio è destinato a giovani con meno di 35 anni nati, residenti od operanti nel territorio in cui il Rotary Cuorgnè e Canavese agisce e col quale interagisce. Il vincitore riceverà un attestato ed un somma pari a mille euro da utilizzare nella propria attività presa in considerazione per l’assegnazione.

Come partecipare

Al significativo riconoscimento non possono essere candidati né soci né parenti diretti di soci di Clubs Rotary o di istituzioni emanazione diretta o indiretta del Rotary International. Le candidature dovranno essere presentate da un socio del sodalizio, su segnalazione di qualsiasi persona. Dovranno pervenire, corredate da appropriata «motivazione», al Rotary Club Cuorgnè e Canavese entro il 30 aprile di ogni anno.

Leggi anche:  Semaforo verde per la tangenziale di Carmagnola

Il commento di Romagnoli

Il premio «Giovani talenti canavesani» è retto da un Comitato d’onore di cui fanno parte, tra gli altri, il Governatore pro-tempore del Distretto 20131 R.I., Antonietta Fenoglio, e il presidente pro-tempore del Rotary Club Cuorgnè e Canavese. «Il premio ha l’obiettivo di fornire un riconoscimento ad una persona che si sia particolarmente distinta nell’attività imprenditoriale o nello studio, inteso come percorso di crescita, o nella ricerca, o per l’impegno civile, il tutto nel nostro territorio o per il nostro territorio – spiega Romagnoli – Il Rotary Club Cuorgnè e Canavese negli anni passati ha sempre erogato borse di studio. Quest’anno abbiamo voluto premiare chi si è messo in gioco sul territorio canavesano che  lavorativamente mi ha accolto 40 anni fa. Il premio “Giovani talenti canavesani” è quindi una occasione per il nostro Club di valorizzare un territorio oggi un po’ dimenticato, premiando i giovani che credono nel Canavese e ci mettono impegno, passione e professionalità per renderlo vivo e produttivo».