Il Giro d’Italia 2019 a Ivrea. Il 28 maggio partirà la Tappa 15 che porterà tutti a Como.

Giro d’Italia 2019 Ivrea: l’attesa

Ancora pochi giorni e poi Ivrea si tingerà di rosa. Sale l’attesa per la quindicesima tappa del Giro d’Italia che partirà, domenica 26 maggio, da Ivrea per arrivare a Como. Il percorso più lungo, classificato come grado di difficoltà con 4 stelle, su un massimo di cinque. Difficoltà dovuta alla lunghezza della tappa, che arriva dopo due spettacolari e pesanti corse in montagna, e soprattutto alle salite che proporrà in Lombardia proprio poco prima dello sprint finale.

Il percorso della Tappa 15

Il gruppo partirà la mattina di domenica 26, alle 11 lasciando il Canavese, per percorrere i primi 160 chilometri (dei 237 previsti) completamente in pianura e arrivare a Pusiano e Asso, con la discesa su Onno e il passaggio lungo il lago fino a Bellagio dove inizia la salita del Ghisallo. Una salita con pendenze fino al 14% su strada ampia con diversi tornanti. La discesa, molto veloce, si svolge per lunghi rettilinei e si interrompe a Maglio dove inizia la salita della Colma di Sormano.

Superata la Colma segue la discesa su Nesso, dove si riprende la strada costiera per raggiungere Como. Si affronta la dura salita verso Civiglio con pendenze praticamente sempre attorno al 10% per ridiscendere e, riattraversando Como, giungere all’arrivo. Gli ultimi 3 km, che iniziano dentro l’abitato di Como, si percorrono su larghi vialoni fino all’ultimo chilometro che porta direttamente al Lago di Como. L’ultima curva è a 300 metri dall’arrivo.

Il Giro d’Italia e il turismo ad Ivrea

Ivrea potrà godere, in questi giorni, di fama internazionale. Le sue bellezze e il suo patrimonio culturale, artistico ed enogastronomico saranno al centro del mondo. Una vetrina imperdibile, da sfruttare sotto ogni punto di vista. L’Anfiteatro morenico, unico nel suo genere, farà da punto di riferimento per tutti i turisti che potranno anche ammirare le stazioni delle vie Francigena e Rome. Ivrea, identificabile con il castello sabaudo dalle “rosse torri”, con la Dora Baltea che l’attraversa, è anche ambita dagli amanti della canoa.

Una gita a Ivrea è l’occasione per immergersi in un affascinante contesto naturalistico e culturale e per scoprire la città dello Storico Carnevale con la “Battaglia delle Arance”, nonché della Olivetti, che si può scoprire visitando il Museo a cielo aperto. Questa grande opportunità per la città e per tutti gli appassionati si è anche concretizzata in un ricco calendario di appuntamenti dedicati al tema del ciclismo nella sue svariate accezioni, con l’obiettivo di coinvolgere l’intera popolazione e organizzati dal Comune, dalle associazioni e dal Comitato promotore Giro d’Italia Ivrea 2019.

Leggi anche:  Mathi: la festa di San Luigi in una unica area?

Gli appuntamenti, aspettando la Corsa Rosa

Domenica 12 maggio 2019 ci sarà la  Nastro Rosa Woman – Randonnè dedicato alle donne (ma libera anche ai maschi), con partenza alle 8.15 da Albiano per un percorso di 100 chilometri circa su strade secondarie a basso impatto di traffico. Al termine “pasta party” per tutti i partecipanti.

Giovedì 16 maggio, in Sala Auser, in via Arduino 109 alle 20.30, si parlerà di medicina e ciclismo e in particolare di “Coppi: storia ortopedica di uno scheletro fragile”. Incontro con il dottor Paolo Ghiggio.

Sabato 18 sarà proiettato, gratuitamente, il film “wonderful losers” dedicato alla figura del gregario nel ciclismo moderno. Appuntamento organizzato dal Comitato Promotore Giro d’Italia Ivrea 2019 al cinema Politeama dalle 18.

Martedì 21 maggio, al teatro Giacosa alle 21, l’orchestra classica di Alessandria proporrà il “Concerto per un campionissimo – Omaggio a Fausto Coppi”, con la partecipazione di Faustino Coppi. L’ingresso è gratuito e anche in questo caso l’organizzazione è a cura del Comitato promotore.

Giovedì 23 maggio ci sarà la presentazione del libro “Tacco e punta, Giuliana, tacco e punta!”, scritto da Massimiliano Morelli, nel quale l’atleta Giuliana Salce, accompagnata dal professor Mauro Salizzoni, il dottor Paolo Ghiggio e il giornalista Luca Gattuso, racconta la sua storia, le sue sfide, la sua lotta, prima fra tutte quella al doping. L’appuntamento, organizzato da Lucyassociazione, è al book store della Mondadori in piazza Freguglia alle 21.

Venerdì 24 maggio è in calendario un incontro con gli studenti degli istituti superiori eporediesi sul tema del doping con Giuliana Salce, Mauro Salizzoni, Paolo Ghiggio e Luca Gattuso, presso l’Auditorium del liceo Gramsci, alle 10, organizzato da Lucyassociazione. Sabato 25 maggio ci sarà il “Giro di Paola”, partenza della tappa Ivrea – Como con l’atleta Paola Gianotti per sensibilizzare sul tema della sicurezza stradale dei ciclisti. E ancora la mostra “Quadri, biciclette e ricordi”, mostra dedicata al ciclismo, attraverso diverse forme espositive e artistiche, comprese le immagini di ciclismo amatoriale eporediese.

LEGGI ANCHE:

Borgiallo: serate in Rosa nell’attesa del passaggio del Giro d’Italia

Maliarosa: una moto made in Canavese in dono al vincitore del Giro d’Italia