Dal primo dicembre sarà attiva la convenzione con il tribunale di Ivrea: i “lavori di pubblica utilità” verranno svolti anche a Corio.

Lavori di pubblica utilità

Obiettivo è far svolgere lavori pubblica utilità a coloro che hanno lievi debiti con la giustizia. Annuncia il sindaco Susanna Costa Frola: “Riteniamo possano essere attività utili alla collettività. Non ci sono ancora stati assegnati casi, ma siamo pronti ad accoglierli”.

Due accordi

Lo scorso 10 ottobre sono giunti in municipio due documenti da sottoscrivere, al fine di far scontare la pena per reati lievi. C’è la disponibilità di due posti. Non ci sono particolari spese da assumere, se non quelle direttamente legate all’impiego del personale, quali: visite mediche, vestiario e attrezzatura.

I reati interessati

I reati indicati in delibera riguardano la guida in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di droghe. Ma pure “la messa a prova” per coloro che hanno debiti con la giustizia. L’istituto della “messa a prova” consiste nello svolgimento di lavori di pubblica utilità. Comporta la prestazione di condotte riparatorie e anche risarcitorie, con l’affidamento al Servizio Sociale del Ministero, per lo svolgimento di un programma di recupero. Alla verifica dell’esito positivo della “messa alla prova”, il reato viene dichiarato estinto con pronuncia del giudice.