Inaugurato monumento per il 25 Aprile. A Traves, Valli di Lanzo.

Inaugurato monumento per il 25 Aprile

Alla stazione ferroviaria GTT nella mattina di domenica 28 aprile ha avuto luogo l’inaugurazione con la presentazione del “Monumento per la Libertà”, ideato, dipinto e donato dalla pittrice Tiziana Di Fonzo, il “Tricolore” che continuerà a sventolare e che è stato realizzato dal maestro Teresio Casassa a ricordo dei Caduti del 6 gennaio 1944.

I Caduti del 6 gennaio 1944

Presente il sindaco Osvaldo Cagliero che ha descritto il tragico momento nelle sue parole che si leggono sul bianco della Bandiera Italiana a memoria di ciò che accadde: «Il Generale inverno allungava le mani sulle ripide rocce. Il crepitio della mitraglia rimbombava di monte in monte. Macchie di sangue sulla candida neve portavano a noi, la libertà». Tante le autorità presenti, anche il sindaco di Caselle Luca Baracco, e giunte per il solenne ricordo. Ha sottolineato i momenti più importanti della cerimonia la Filarmonica di Traves diretta dal maestro Virginio Perino, con l’intervento de “Gli Angeli Scatenati”.

Leggi anche:  A Castellamonte per la prima volta spazio al Questione Time

Pomeriggio con il documentario

Il pomeriggio è continuato nella sala della Cooperativa con la proiezione di “Una stagione di Libertà. Storia della Repubblica Partigiana delle Valli di Lanzo”, un documentario di Battista Gardoncini. A seguire i saluti del sindaco Cagliero, a cui ha fatto seguito un dibattito nel corso del quale sono intervenuti Gardoncini, autore del documentario, Franco Brunetta studioso della Resistenza, Ilmen Gavassa, Associazione di Ricerca storico archeologica P. Savant, moderatrice Maura Fassio, giornalista Rai. Durante la manifestazione è stato possibile visitare la mostra fotografica sulla 80esima Brigata Garibaldi, dell’Associazione Paolo Savant.