Irpef: incassati per “errore” 300 mila euro. Caselle li deve a Mappano.

Irpef: incassati per “errore”

Il comune di Caselle deve restituire 300 mila euro a Mappano. La vicenda riguarda l’Irpef incassata “per errore”. La notizia è stata resa nota dall’assessore Giovanni Isabella. La questione è stata illustrata nell’ultimo consiglio comunale di lunedì 22 luglio. Recentemente gli uffici hanno verificato che sono stati incassati 300 mila euro di Irpef destinati a Mappano. La struttura comunale si sta attivando per restituire i denari.

Versamenti errati

Si tratta di versamenti errati. Le risorse sono state destinate al municipio di piazza Europa all’inizio del mandato del sindaco  Francesco Grassi. Tra il 2017 e il 2018 si sono dovuti effettuare diversi passaggi per consentire ai mappanesi di pagare le tasse al proprio municipio. In questo periodo i soldi sono stati ancora introitati dall’ente cedente (quindi Caselle). Si tratta di una fetta consistente di popolazione, circa 5 mila persone.

Interrogazione al ministero

I funzionari casellesi hanno già provveduto a mettersi in contatto con il ministero. Nello specifico si è inoltrata un’interrogazione. Ora s’attende una risposta. Dichiara Isabella: “I cittadini dovrebbero chiedere il rimborso. Ma questo non è possibile. Quindi si stanno cercando altre strade per stornare il denaro ai mappanesi”. In via preventiva si è provveduto ad accantonare 300 mila euro. Così da essere pronti a pagare in qualsiasi momento.