Ispettori ambientali. Mentre a Cuorgnè continua “taggailmaiale”, la campagna di sensibilizzazione promossa dal sindaco Giuseppe Pezzetto, a Volpiano il primo cittadino Emanuele De Zuanne ha nominato due nuovi ispettori ambientali.

Ispettori ambientali: due operatori Seta

Si tratta di dipendenti di Seta spa (l’azienda di raccolta rifiuti). Il loro incarico ha l’obiettivo di rafforzare i controlli sul territorio e contrastare l’abbandono dei rifiuti. “Gli ispettori ambientali – spiega il comandante della polizia municipale Paolo Bisco – sono previsti dalla normativa regionale; gli operatori selezionati hanno seguito un corso di formazione specifico e agiranno in modo indipendente, coordinati dal Comando di polizia municipale, riferendo all’amministrazione i risultati della loro attività”.

Numeri in miglioramento

Ispettori ambientali a Volpiano per vigilare sul territorioSulla delicata questione è intervenuto anche Andrea Cisotto, vicesindaco con delega all’Ecologia: “Ringraziamo Seta per la collaborazione che rafforza quanto già fatto in passato; grazie agli interventi di controllo e sensibilizzazione, nei primi tre mesi del 2018 la raccolta differenziata è salita al 60%, dal 54,9% del 2017. Il nostro obiettivo è mantenere questo trend dialogando con le persone per ottimizzare la raccolta differenziata; inoltre, grazie agli ispettori ambientali potremo aumentare i controlli sulle discariche abusive e individuare, quando possibile, i responsabili degli abbandoni”.

Leggi anche:  Nomine rappresentanti comunali il bando scade a settembre

Compostaggio

La direzione di Seta evidenzia “l’iniziativa dei sopralluoghi nei condomini, per il progetto ‘La ricetta giusta per….un buon compost’, con l’obiettivo di formare gli utenti sulle modalità corrette di conferimento (senza finalità di carattere statistico o di comparazione della qualità dei rifiuti tra i vari Comuni) che ha prodotto un incremento delle percentuali di raccolta differenziata”.