Lotteria Italia in calo i biglietti venduti in Piemonte, ma meno rispetto ad altre regioni.

Lotteria Italia

In Piemonte il calo delle vendite della Lotteria Italia è meno accentuato rispetto al trend nazionale. I biglietti distribuiti, riferisce Agipronews, sono in totale 424mila, il 18,4% in meno rispetto a un anno fa. Non ha  giovato alla Lotteria l’eliminazione del Gratta e Vinci che fino allo scorso anno compariva sul biglietto e garantiva una possibilità di vincita immediata, al costo complessivo di 5 euro. Quest’anno il prezzo è rimasto immutato e il mancato appeal del “grattino”, prodotto di successo radicato nelle abitudini degli italiani, ha finito per penalizzare la vendita.

Le città

A livello provinciale, Torino registra le maggiori vendite (219mila, -17,8%). La seconda provincia è Alessandria (82mila biglietti), ma anche qui c’è una flessione importante (-19%). Il calo è generalizzato, con il peggior trend a Novara (32mila biglietti, -24%), segno meno anche a Cuneo (29mila biglietti, -19%), Asti (22mila biglietti, -14,8%), Vercelli (20mila biglietti, -17,3%), Verbania (10mila biglietti, il calo minore regionale con il 14,4%) e Biella (7mila tagliandi, -19,7%).

Leggi anche:  Ivrea, Città Industriale XX secolo. ll futuro è qui, oggi per Confindustria Canavese

La statistica

In generale, nella regione il punto più alto degli ultimi dieci anni è stato toccato nel 2009 (quando la Lotteria era abbinata a “Affari tuoi”), con oltre 611mila biglietti. Il punto più basso nel 2012 (“La Prova del Cuoco”), con 407mila tagliandi venduti. Le estrazioni si sono svolte ieri sera, domenica 6 gennaio 2019 e Torino è stata di nuovo baciata dalla fortuna: qui infatti è stato venduto uno dei 5 premi di prima categoria. Qui i biglietti vincenti.