Il comune di Mappano stanzia 20mila euro per il progetto di videosorveglianza. Se n’è parlato nell’ultimo consiglio comunale.

20mila euro per la videosorveglianza

A fine 2018 i furti hanno funestato i residenti. Cittadini e negozianti hanno avuto timore di lasciare la propria abitazione o attività commerciale. La problematica è stata sentita a tal punto che si sono convocate ben due assemblee sulla sicurezza. In entrambi i dibattiti è sorta la necessità di dotarsi di un sistema di controllo elettronico del territorio. Così l’Amminisrazione ha voluto dare una risposta ai mappanesi.

Monitorare ingressi e negozi

Si sono stanziati 20mila euro per la videosorveglianza con l’acquisto e la posa degli occhi elettronici. L’idea è cominciare con il monitoraggio degli ingressi e delle aree commerciali. I dispositivi utilizzando le centraline elettriche esistenti. Quindi si proseguirà con la copertura di tutti gli accessi al paese. Commenta il presidente del consiglio Sergio Cretier: “ Abbiamo contato sette accessi. Quando riusciremo a recuperare altre risorse, posizioneremo altri dispositivi nel centro abitato”. Le immagini saranno a disposizione delle forze dell’ordine.

Leggi anche:  Pierangelo Monti nominato presidente nazionale del MIR

Educativa di strada

Il programma della giunta Grassi prevede, oltre ai 20mila euro stanziati per la videosorveglianza, anche degli aspetti più educativi. Infatti verranno promossi interventi “d’educativa di strada”. Le attività saranno rivolte ai giovani per svolgere opera di prevenzione.