Ministero ai medici: “Una brutta grafia può rendere difficile la comprensione di una prescrizione e causare errori nella dispensazione di una terapia farmacologica”.

Ministero ai medici

A quanti è capitato di recarsi in farmacia, presentare una ricetta scritta dal proprio medico di base e trovarsi di fronte alla faccia smarrita del farmacista?
Come raccontano i colleghi di Novara Oggi, da ora non dovrebbe accadere più. Il ministero della salute ha infatti diramato alle Regione una raccomandazione da inviare ai medici della mutua. In sostanza questa dice “scrivete meglio”.

Il testo

“Gli errori conseguenti all’uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli possono interessare tutte le fasi di gestione del farmaco in ospedale e sul territorio – si legge nel documento – Una brutta grafia, ad esempio, può rendere difficile la comprensione di una prescrizione e causare errori nella dispensazione di una terapia farmacologica”.

La cosa migliore da fare sarebbe quella di usare lo stampatello.