NAAA anno positivo. Il Paese di maggior provenienza è stata la Federazione Russa, secondo posto per il Vietnam, terzo per la Polonia.

NAAA anno positivo

Si conclude ancora una volta in positivo il bilancio 2018 per il NAAA. L’ente nolese si è confermato tra i primi tre autorizzati in Italia per numero di adozioni concluse.

I numeri

Nello scorso anno sono stati 77 i bambini adottati in 58 famiglie. Il Paese da cui proviene il maggior numero di minori è la Federazione Russa, con 19 bambini accolti da 15 famiglie. Al secondo posto c’è il Vietnam, con 15 minori abbracciati da 13 coppie, e al terzo segue la Polonia, con 14 bambini che hanno riempito d’amore la vita di 8 neo mamme e neo papà. Al quarto posto, a pari merito, ci sono Bulgaria e Perù: 7 i minori arrivati dal Paese dell’est Europa, accolti da tre famiglie (due di queste hanno adottato un gruppo di tre fratelli ciascuna), e altri 7 dal Paese sudamericano accolti da altrettante famiglie. A seguire c’è l’Ucraina, con 6 bambini che hanno trovato l’amore di 5 coppie; e poi il Cile, con 4 minori accolti da 2 famiglie. Sono 2 i bambini arrivati dalla Repubblica Dominicana (abbracciati da altrettante famiglie), così come 2 sono i piccoli provenienti dalla Cina (accolti da due famiglie). Chiude la classifica l’Honduras, con 1 minore.

Leggi anche:  Mathi, si restaura la sede della Filarmonica per l'arrivo degli amici di Malta

Nell’anno appena trascorso, inoltre sono state 112 le coppie che hanno affidato al NAAA le pratiche per la richiesta di adozione.
L’tà media dei bambini adottati nello scorso anno è di 6 anni. Le adozioni in media si concludono entro i due anni dal conferimento dell’incarico al NAAA.

Un anno difficile

“Il 2017 è stato un anno complesso e difficile per l’adozione internazionale – afferma la fondatrice e presidente del NAAA, Maria Teresa Maccanti – durante il quale si è sentito il contraccolpo di vari anni di inefficienze della Cai, ovvero la Commissione per le adozioni internazionali, come ammesso dall’autorità italiana. Pur mantenendo la posizione tra i primi tre enti italiani nel 2017, dopo molto tempo non abbiamo raggiunto i 100 ingressi per una serie di coincidenze: alla chiusura dell’anno avevamo più di 40 abbinamenti, il che fa ben sperare per il 2018. Siamo molto contenti che nella nuova legge di stabilità sia previsto il sostegno all’adozione internazionale con un finanziamento di 25 milioni di euro: una somma importante, che rappresenta un aiuto fondamentale per le famiglie che hanno adottato dopo il 2011 e per quelle che
decideranno di adottare in futuro”.

Dal 1993 a oggi il NAAA ha aiutato 2.486 bambini a trovare una famiglia.