Il Movimento 5 Stelle eporediese ha lanciato una raccolta firme per dire NO al supermercato di fronte alla stazione di Ivrea.

NO al supermercato

Il Movimento 5 Stelle eporediese ha lanciato una raccolta firme online per dire NO al supermercato che dovrebbe sorgere nell’area dell’ex Casa Molinario di fronte alla stazione di Ivrea.

La raccolta firme

La raccolta firme è iniziata sabato scorso 12 gennaio 2019 con un banchetto in piazza Ottinetti a Ivrea e contestualmente anche online sulla celebre piattaforma change.org (qui il link alla raccolta firme, alla quale è possibile aderire) per permettere a quanti siano stati impossibilitati a firmare ai banchetti di far sentire comunque la propria voce.

Questo il testo che accompagna la raccolta firme:

I firmatari della presente chiedono al sindaco, alla giunta ed al consiglio comunale di Ivrea di NON approvare la modifica al piano regolatore che permetterebbe la costruzione di un nuovo super mercato di fronte alla Stazione in zona ex casa Molinario.

Motivazioni:

  • E’ una speculazione che porterà alla chiusura i piccoli esercizi.
  • E’ una duplicazione di un servizio che in zona esiste già: il Bennet del Movicentro, che a sua volta andrebbe in crisi.
  • Peggiorerà la profonda crisi del commercio mettendo a rischio l’occupazione a favore di lavori sotto pagati e meno qualificati.
  • Creerà ulteriori problemi di traffico e di inquinamento rischiando di far esplodere una situazione già critica.
  • Non riqualificherà la zona rischiando invece di compromettere il bollino Unesco appena ricevuto poiché mette un supermercato come suo biglietto da visita!
  • Non contiene alcuna visione di sviluppo della città che potrebbe invece in quella zona progettare, grazie ai fondi europei, tutt’altre strutture quali un vero centro di accoglienza dei visitatori, un struttura leggera con un parco a tema che presenti le nostre eccellenze: le architetture Unesco, l’archivio storico Olivetti, il percorso maam, il museo Tecnologicamente, il Castello, il parco canoa, l’anfiteatro romano, il museo Garda, la Chiesa di San Bernardino, i 5 laghi, la via Francigena, il centro storico. La struttura potrebbe poi servire a pubblicizzare i negozi e locali nonché le strutture di accoglienza, Hotel e B&B. Infine potrebbe essere una vetrina degli eventi cittadini a partire dal Carnevale.