Regione Piemonte rafforza il servizio del numero unico emergenze 112 assumendo 11 nuovi dipendenti.

Vi ricordate questa polemica?

Numero unico emergenze? “Non funziona”. E il Piemonte attacca la Lombardia

Numero unico emergenze 112 sotto attacco: Areu Lombardia ribatte a colpi di cifre

Ecco che arriva una novità proprio “a tema”.

Regione Piemonte sul numero unico 112

La Regione Piemonte potenzia le due centrali operative del numero unico 112. Nelle scorse settimane si sono infatti concluse le procedure per l’assunzione di 11 nuovi dipendenti. La centrale di Grugliasco potrà contare su otto nuovi operatori, che al momento stanno frequentando il corso di formazione, grazie ai quali l’organico passerà da 34 a 42 unità. La centrale di Saluzzo ha invece tre nuovi dipendenti, che hanno già terminato il corso di formazione e che faranno salire la dotazione da 34 a 37.

Il commento dell’assessore Saitta

“Il numero unico 112 ha consentito a tutti gli effetti di migliorare il lavoro di filtro delle chiamate inappropriate. Consentendo a chi deve intervenire di concentrarsi solo sulle reali emergenze”. Sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta rispondendo a un’interrogazione presentata in Consiglio regionale.

Leggi anche:  Chiara Appendino in visita al Ciac di Ivrea

Rafforzare l’esperienza

In questo contesto la Regione sta valutando di prevedere per ciascun operatore delle centrali uniche – anche per chi ha già effettuato il corso di formazione – almeno due turni interi di otto ore all’interno delle centrali di secondo livello, in modo da rafforzare l’esperienza pratica già prevista dai corsi di formazione.