Nuova Madonnina posta al Colle della Crocetta. Quella precedente era stata “decapitata”.

Nuova Madonnina posta al Colle della Crocetta

Lo sfregio fatto da chi non ama la montagna né i suoi simboli è stato cancellato con un colpo di spugna da quella che è stata un’opera concertata da chi, invece, ha rispetto e passione per i nostri luoghi. Così, in risposta a coloro che tempo addietro avevano decapitato la Madonnina in gesso presente al Colle della Crocetta, un gruppo di amministratori, di privati e di amanti di quella terra che si chiama Canavese hanno portato una nuova statua in bronzo e l’hanno posizionata dove vi era quella precedente.

La statuetta benedetta da don Dario Berone

Benedetta da don Dario Berone nel corso di una cerimonia avvenuta nella chiesa di Ceresole, che ha visto la presenza del sindaco ceresolino Alex Gioannini e del presidente del Parco Nazionale del Gran Paradiso, Italo Cerise il 5 ottobre, il giorno successivo è stata posta al Colle. Nell’occasione si sono dati appuntamento due delegazioni, una partita da Ceresole, l’altra da Groscavallo che si sono date appuntamento alle 11 di domenica 6 alla presenza del vicesindaco locale Mauro Durbano e del sindaco valligiano Giuseppe Giacomelli. Fondamentale il lavoro del capo-stazione del Soccorso alpino di Ceresole Reale, Stefano Oberto e del consigliere comunale ceresolino, Emiliano Moretti, che hanno messo in sicurezza la Madonnina.

Leggi anche:  Estate di San Martino: quest’anno salta

Bel momento condiviso con gli amici di Groscavallo

Inoltre a conferma della fratellanza instaurata tra coloro che hanno presenziato all’evento, il comune di Groscavallo ha donato una targa al agli amministratori di Ceresole, al fine di ricordare questo importante momento. Dopo una preghiera alla Madonna e alcuni canti è seguito un momento conviviale con un rinfresco offerto dall’assessore Davide Bruno Mattiet. Un particolare ringraziamento, infine, è andato all’Impresa Allera per aver donato la Madonnina.