Orchestra Filarmonica Bosconerese di nuovo alla ribalta. Doppia uscita da applausi.

Orchestra Filarmonica Bosconerese di nuovo alla ribalta

Ancora una volta i musicisti che compongono l’Orchestra Filarmonica di Bosconero hanno fatto centro. E lo hanno fatto in una doppia occasione. Ovvero davanti al pubblico di casa, lo scorso 22 dicembre e, più recentemente, il 3 gennaio in Valle d’Aosta. Applausi meritati quelli per il gruppo canavesano, che ha inizialmente raccolto ampi consensi nell’esibizione di chiusura del 2018, che ha visto protagonisti due direttori.

In primo piano ben due maestri

Uno, ovvero il maestro Pietro Marchetti, ha diretto l’Orchestra Bosconerese attraverso un vero e proprio viaggio musicale, con la proposta di una serie di brani scritti da artisti del calibro di Reineke, Lumbye, Mascagni, Appermont, Reed e Navarro. Il maestro Giorgio Bolognese, ospite davvero gradito della serata, ha invece diretto due sue composizioni, ovvero «Momenti » e «Xalle de Caracol», quest’ultima eseguita dal maestro Marchetti al sax soprano solista.

Leggi anche:  Troppo mercurio nel pesce smeriglio: ritirato dal mercato

Esibizione anche in Valle d’Aosta

Neppure il tempo, però, di tracciare il bilancio di un 2018 notevole che è stata la volta di una nuova riuscita esibizione. Si tratta del «Concert du nouvel an», che il 3 gennaio si è svolto a Torgnon. Pure in questa occasione la Filarmonica è stata capace di fare bella mostra delle proprie attitudini e capacità, dimostrando come la passione, il lavoro e la voglia di crescere costantemente danno sempre ottimi riscontri.