Sui ritardi nell’acquisizione del sito di Belmonte da parte della Regione interviene Cesare Pianasso: «L’on. Bonomo può stare serena. La Lega bada ai fatti, non alle chiacchiere: porteremo a casa l’acquisto del santuario».

Pianasso su Belmonte

Il caso del santuario di Belmonte, il processo del passaggio di proprietà da privati alla Regione, ha tenuto banco durante l’ultima seduta del Consiglio regionale. «Ancora una volta, i rappresentanti del Pd attaccano la Lega su un tema che proprio la Giunta Chiamparino ha lasciato in eredità – afferma il senatore della Lega Cesare Pianasso – L’on. Bonomo parla di stop, ma non si può arrestare qualcosa che è già fermo. La realtà dei fatti, e vale per Belmonte come per l’elettrificazione della Rivarolo-Pont, è che il Pd ha spacciato per fatte cose che erano solo sulla carta, ed in certi casi manco quella. La parlamentare canavesana può stare serena: noi della Lega badiamo ai fatti, poco ci importa delle chiacchiere. E sono sicuro che la Regione porterà a casa l’acquisto del santuario, in modo da poter effettuare tutti i necessari lavori di manutenzione che sono ormai impellenti».

Leggi anche:  Targa di Fratelli d’Italia imbrattata da ignoti, solidarietà dal leghista Pianasso

Le parole di Mauro Fava

«L’intoppo che sta fermando temporaneamente la procedura di acquisto è di mera natura burocratica, perché siamo fermamente convinti della necessità di acquisire questo bene di valore inestimabile – aggiunge il consigliere regionale Mauro Fava – E’ solo una questione di tempo. Stiamo anche lavorando sul fronte della presenza religiosa al santuario, ma anche questo richiede pazienza. Ed è curioso che tutta questa frenesia provenga proprio da quella parte politica che ha contraddistinto per immobilismo e inconcludenza gli ultimi cinque anni di governo regionale».