Pont Canavese piange Piero Roberto, il suo pasticciere. Titolare dello storico negozio di piazza Craveri, si è spento all’età di 85 anni.

Pont Canavese piange Piero Roberto

Il 2020 a Pont Canavese si è aperto con un altro grave lutto che ha contraddistinto il mondo del commercio cittadino. È scomparso, all’età di 85 anni, Piero Roberto, pasticciere, titolare dello storico negozio di piazza Craveri. Le sue «bignole» e in particolare gli amaretti e le prelibate paste di meliga, create con tanta passione e tecniche oramai d’altri tempi, erano conosciute in tutto il territorio del Canavese.

Maestro di arte bianca

I clienti della pasticceria potevano trovarlo spesso fino a tarda ora nel proprio laboratorio, sempre intento a preparare dolci, con il suo grembiule e la bustina bianca in testa. Pronto a dispensare una battuta, un sorriso e un commento sulle partite del Toro, di cui era grande tifoso. Era stato anche tra i protagonisti della «Mostra dell’Artigianato» pontese come maestro dell’arte bianca.

Leggi anche:  Scuole riaperte in tempo dopo i lavori durante le vacanze invernali

Figura storica

Piero Roberto ha lavorato fino all’ultimo, finché la salute glielo ha consentito, mentre si è spento all’ospedale «Vernetti» di Locana dopo una breve malattia. Con lui se ne va un’altra figura storica della storia pontese, che lascia un grande vuoto in paese. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di sabato 4 gennaio nella chiesa parrocchiale di San Costanzo. Tanti concittadini hanno voluto rendergli l’estremo saluto, stringendosi ai familiari, la moglie Carla, la figlia Cristina, la sorella Ginetta.