Raccolta differenziata a quota 71 per cento a Robassomero.

Raccolta differenziata

A Robassomero raccolta differenziata a quota 71 per cento. Questo risultato è stato conseguito dopo quasi due anni dalla entrata in vigore della Tarip. Si tratta di un traguardo di tutto riguardo per l’Amministrazione comunale. Infatti, dal 2018, l’ente ha introdotto la tariffazione puntuale. Questo ha modificato sensibilmente le abitudini degli utenti. Il consorzio Cisa ha valutato il numero di svuotamenti dell’indifferenziato svolti nel corso dell’anno con due passaggi al mese. I risultati sono ottimi.

 

Meno 200 chili d’indifferenziato

 

Rispetto al 2017 la percentuale è aumentata di 10 punti, passando dal 61 al 71 per cento. Inoltre la quantità di rifiuto differenziato si è ridotta del 30 per cento. Si è così stimato che ogni persona conferisce nel cassonetto grigio un quantità d’immondizia inferiore, rispetto l’anno passato, di 3 chili al mese. Annualmente ammontano a 200 tonnellate.

 

Incremento del riciclo

 

L’attività di riciclo è incrementata. Prima questa quantità veniva pre-trattata e conferita al termovalorizzatore del Gerbido. Attualmente si porta nei centri di recupero. Commenta il capogruppo di maggioranza Denis Schillaci: “Si ringraziano i robassomeresi per aver fatto la propria parte”. Per l’occasione è stato anche predisposto dal consorzio Cisa un volantino apposito. Qui si celebra l’impegno profuso dalla popolazione per posizionare correttamente gli scarti nei contenitori esatti.