Nasce come un gioco ispirato a un film “The Ring”, diventa prima uno scherzo e poi una moda. Se pericolosa ancora meglio. Lo riportano i colleghi del giornaledialessandria.it

La sfida di fine estate

La sfida di fine estate, che sta dilagando sul web e nelle strade italiane nasce da Samara Morgan, la protagonista del film horror ‘The Ring’. C’è chi la prende come una moda passeggera, chi ne è infastido e chi si preoccupa. Tra questi ultimi anche le forze dell’ordine. Visto che il fenomeno riguarda tutta Italia, Alessandria compresa come potete vedere dal filmato al rione Cristo.

Rischiato il linciaggio

Una vera e propria psicosi che non si sa quali sviluppi potrà avere ma, a giudicare da quanto accaduto a Lamezia Treme ad esempio i guai potrebbero essere sempre maggiori. Nel caso della cittadina laziale un centinaio di persone ha fatto irruzione in un palazzo nelle vicinanze dell’ospedale, per dare la caccia a “Samara”. La bambina del film horror, secondo il gruppo di ‘giustizieri’ ,si aggirava in un parco delle vicinanze.

Aggressione e pestaggio

Taranto, una ragazzina travestita dalla bimba demoniaca è apparsa nel quartiere Tramontone, alla periferia della città, è  stata inseguita e picchiata da alcuni giovani. Visto il proliferare di vasi come questo, adesso è la Polizia a lanciare l’allarme.

Leggi anche:  Una Montagna di Gusto torna e parte dalla Valle Soana

Come funziona il “gioco”

Basta indossare una veste bianca, una parrucca con lunghi capelli lisci e neri in modo da coprire il viso e aggirarsi barcollando di notte tra le vie della città, in compagnia di un complice pronto a riprendere con uno smartphone, alla ricerca di persone da terrorizzare.

Qualche episodio curioso

In provincia di Foggia, l’avvistamento è avvenuto all’interno del cimitero locale e tale è stata la voglia di centinaia di giovani di provare a trasformare quella notte in una scena horror, che a un certo punto sono dovute intervenire le forze dell’ordine invitanto tutti a raggiungere le proprie case e farsi un bel sonno ristoratore.
Catanzaro una mamma ha segnalato al quotidiano online locale di aver trovato di notte la figlia in bagno in compagnia di un’amica in preda a un pianto disperato per l’incontro con un’altra finta Samara.
E il Sud per ora ad aver avuto il maggior numero di segnalazioni, ma il “virus” Samara Challenge si diffonde rapidamente.