San Carlo: ecco la nuova Primaria, sarà tutta «green».

San Carlo: ecco la nuova Primaria, sarà tutta «green»

Sarà una scuola innovativa. Tutta ecologica. Realizzata con materiali particolari (legno massiccio X-LAM) che permetterà di coniugare l’uso di materiali naturali alla sicurezza strutturale garantendo una piena antisismicità dell’edificio.

Potrà ospitare fino a 250 alunni, avrà una biblioteca

Potrà ospitare fino a 250 alunni, che saranno distribuiti nelle 10 ampie aule per la didattica, insieme a due laboratori e una biblioteca/aula polifunzionale che servirà per le attività didattiche polivalenti e dinamiche. Non mancheranno la mensa, la palestra, la segreteria e la sala insegnanti. Insomma, una nuova scuola Primaria che spera di posare la sua prima pietra nel più breve tempo possibile. Da non dimenticare la collocazione delle aule che si affacceranno direttamente sul giardino, che sarà anche spazio per le attività polivalenti. Un edificio innovativo che sicuramente sarà uno dei primi e più belli di tutta la zona.

Un edificio innovativo che rispetta l’ambiente

A parlarne con soddisfazione è il sindaco Ugo Papurello. «L’unico rammarico è quello di non essere riusciti a partire già un anno fa – sottolinea – a causa della burocrazia che ha rallentato il tutto. Sono quattro anni che stiamo dietro a questo progetto e poterlo finalmente veder partire non può che darmi soddisfazione. Sarà un edificio innovativo, che rispetta l’ambiente. Oltre ai materiali con i quali sarà realizzato sarà dotato di tutti gli impianti per il risparmio idrico ed energetico con approvvigionamento da fonti rinnovabili. Una scuola “green” che sarà confacente alle esigenze della didattica contemporanea. Uno spazio unico con singoli microambienti, con caratteri di abitabilità e flessibilità tali da permettere di svolgere attività diversificate e in grado di accogliere in ogni momento, svariate attività della scuola».

Leggi anche:  Salvini-Nutella: è risbocciato l'amore? L'ex vicepremier fa retromarcia...

Il costo dell’opera è di circa 3 milioni di euro

Il costo dell’opera è di circa 3 milioni di euro, di cui 1 milione e mezzo sarà finanziato dal Comune di San Carlo con avanzo di amministrazione e per la restante parte finanziato con contributo statale. « Ringrazio i proprietari dei terreni concessi per l’utilizzo della scuola che sorgerà in strada Poligono – conclude il primo cittadino – Contiamo di avviare il cantiere al più presto visto che l’aggiudicazione dei lavori è stata fatta all’Ati (Associazione Temporanea di Imprese) costituita dalla Co.ge.fa Spa di Torino e dalla Mozzone Builging System srl di Savigliano. Non resta che attendere la posa della prima pietra.

Roberta Vernè