San Maurizio, velox: automobilisti contro il sindaco di Caselle.

San Maurizio, velox: automobilisti contro il sindaco di Caselle

“I velox posizionati per garantire sicurezza? Il sindaco Luca Baracco dovrebbe guardare in terra e vedrebbe enormi buche nell’asfalto che, di sicurezza, non ne garantiscono per nulla. Anzi!”. E’ arrabbiato Emanuele Appio. E punta il dito contro il sindaco di Caselle, Comune che ha deciso il collocamento di due velox nei pressi dell’area aeroportuale. Uno sulla Provinciale e l’altro al confine con il Comune di San Maurizio, tanto che all’inizio quando ancora poco si sapeva dei due rilevatori, in molti avevano criticato dando la colpa all’Amministrazione sanmauriziese del sindaco Paolo Biavati.

“Velox per fare cassa, altro che sicurezza!”

“Baracco farebbe meglio a dire la verità. – prosegue Appio – Quegli autovelox servono a fare cassa ma non si parli di sicurezza quando per le strade ci sono dei crateri. Pericolosi per le auto, ma molto di più per chi va sulle due ruote, come me che viaggio spesso anche con lo scooter. C’è poi un’altra cosa che mi fa rabbia. Io ho ricevuto alcuni giorni fa due multe, una di 43,70 euro per aver sforato di 3 chilometri i 70 di limite. La seconda multa, più corposa, l’ho presa praticamente a casa mia, il mio paese. E’ di 170 euro, sempre per superamento dei limiti di velocità in orario serale. In questo caso mi è costata anche la perdita di 3 punti della patente”.

“Almeno fossero soldi che vanno al Comune di San Maurizio… invece…”

Quello che mi fa rabbia – prosegue il sanmauriziese – E’ che quell’autovelox è praticamente collocato sul confine con San Maurizio e i soldi che io dovrò pagare, per carità è giusto se ho sbagliato, andranno al Comune di Caselle, neppure al mio!”. Poi un consiglio da Appio al sindaco Baracco: “Spero che i proventi delle multe vengano utilizzati per chiudere quei crateri nelle strade”. Emanuele Appio pare non essere il solo ad essere stato multato in queste settimane di attivazione degli autovelox. “Mi sono recato a Ciriè per pagare le multe e mi è stato detto che faticano a smaltirle perchè ne stanno arrivando tantissime e tutte insieme – conclude Appio – Sono maggiormente destinate a residenti di Caselle e di Devesi. E direi che anche San Maurizio non scherza”.