Sicurezza stradale, gli interventi a San Ponso.

Sicurezza stradale

Un altro giro di vite nei confronti di chi pensa che le strade del Canavese siano delle piste per auto. E’ quello messo in atto nelle scorse settimane dal comune di San Ponso per la sicurezza stradale, che seppur piccolo come dimensione presenta una delle arterie più trafficate della zona. Non solo auto e moto, ma anche moltissimi mezzi pesanti, che giungono dalla zona industriale che si trova al confine con il Comune di Salassa.

I dossi installati

Due «dossi» artificiali, di ampia dimensione, sono stati realizzati in altrettante zone strategiche di via Ferreri Noli. Uno è stato posizionato all’ingresso del paese, verso la rotonda che porta a Pertusio e Valperga. L’altro, invece, è stato posizionato di fronte allo storico Battistero, poco distante pure dal cimitero cittadino.

Il commento del sindaco

«Si tratta del completamento di un’opera avviata dalla passata Amministrazione – spiega il primo cittadino, Riccardo Giganti – ed ha lo scopo, insieme all’utilizzo dei “Velo Ok” e del controllo del territorio da parte dei vigili della Polizia locale, di limitare il passaggio di veicoli a velocità sostenute». Il traffico, come anticipato in precedenza, è di tutto rispetto nonostante sia questa l’unica strada di una certa rilevanza che attraversa il paese: «Proprio per cercare di garantire il più possibile l’incolumità dei cittadini abbiamo optato per tale intervento – prosegue il primo cittadino – Questo, però, non sarà l’ultimo atto che la nostra Amministrazione ha intenzione di compiere per la salvaguardia di chi vive a San Ponso e di coloro che si trovano a usufruire delle nostre strade». Infatti, con Regione Piemonte e Città Metropolitana si sta anche facendo una valutazione su quelli che sono i limiti di velocità imposti: «E’ allo studio un mutamento degli stessi, in maniera da adeguarli alle esigenze della circolazione viaria nel nostro territorio».