Saranno attivati degli sportelli d’ascolto nei cinque municipi della Val Ceronda per due ore al mese.

Sportelli d’ascolto dei carabinieri

La Stazione dei Carabinieri incontra la popolazione. Le forze dell’ordine saranno presenti nei cinque municipi della Val Ceronda per due ore al mese. Qui saranno attivati degli sportelli d’ascolto. L’iniziativa è stata organizzata dalla legione carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta. Il progetto sperimentale terminerà al 10 aprile 2019. Gli appuntamenti coinvolgeranno un bacino di 10 mila abitanti. Le famiglie potranno incontrare il maresciallo maggiore Gianni Brunero e i suoi uomini.

Nei locali comunali

Le Amministrazioni comunali hanno messo a disposizione i propri locali con grande convinzione. Commenta il sindaco di Fiano Luca Casale: «Riteniamo utili quest’incontri perchè costituiscono un segnale positivo. La gente deve capire che le istituzioni sono vicine alla comunità in cui vivono. Naturalmente l’ascolto non è dedicato solo ai furti ma anche ad altre situazioni di tensione fuori e dentro le mura domestiche» . I ritrovi si svolgono al municipio di piazza XXV Aprile al primo e terzo giovedì del mese dalle 9.30 alle 10.30. .

Leggi anche:  Festa del Donatore: appuntamento domani a Robassomero.

Il calendario

Le forze dell’ordine saranno a Robassomero al primo e terzo giovedì del mese dalle 11 alle 12. Al primo e terzo venerdì del mese lo sportello si svolgerà a Varisella dalle 16 alle 17. Interviene il primo cittadino di Vallo Alberto Colombatto: «Le forze dell’ordine sono già presenti sul territorio. Ma così dimostrano ulteriore vicinanza. Ci sarà l’opportunità d’esporre le proprie perplessità senza scendere a Fiano». A Vallo i carabinieri saranno a disposizione al primo e terzo martedì del mese dalle 16 alle 17. Infine il municipio di Cafasse ospita le forze dell’ordine ogni primo e terzo mercoledì del mese dalle 10 alle 11.