Stop agli aumenti sulla Sfm1. Mauro Fava «Sono soddisfatto della cancellazione degli aumenti sulla Canavesana: il lavoro di queste settimane ha pagato. Ma non ci fermiamo qui: il servizio deve assolutamente migliorare».

Stop agli aumenti sulla Sfm1

Un primo piccolo risultato sul fronte Gtt: l’assessore ai Trasporti della Regione Marco Gabusi ha infatti annunciato l’annullamento dell’aumento tariffario relativo alla Canavesana entrato in vigore dal 1° dicembre. L’annullamento scatterà dal 1° gennaio 2020.

Soddisfatto il consigliere Mauro Fava

«Sono soddisfatto, il lavoro incessante di queste settimane ha portato alla fine ad un esito positivo – commenta il consigliere della Lega Mauro Fava, presidente della Commissione Trasporti, Infrastrutture e Lavori Pubblici di palazzo Lascaris – Non c’erano purtroppo i tempi tecnici per bloccare l’entrata in vigore delle nuove tariffe in tempo per l’inizio di dicembre, ma perlomeno dall’anno nuovo si tornerà alla situazione precedente. Gli aumenti, vista la situazione della Canavesana, erano intollerabili e ingiustificabili, per questo mi sono subito attivato per scongiurarli. Devo ringraziare ancora l’assessore Gabusi per l’ottima collaborazione che si è instaurata sin da subito. Ora, però, non molliamo la presa su Gtt, che deve fare molto di più per assicurare condizioni migliori agli utenti della linea ferroviaria».

Leggi anche:  Linea ferroviaria Canavesana: presentata un’interrogazione nella Commissione Trasporti della Camera

Passaggio di competenze

C’è un altro tema sul quale sta lavorando attivamente il presidente della Commissione Trasporti del Consiglio regionale.
«Stiamo monitorando attentamente la situazione relativa alla gestione della tratta e al passaggio di competenze – aggiunge ancora Fava – Lunedì prossimo in assessorato ai Trasporti ci sarà un incontro a cui sono stati invitati anche gli amministratori locali e mi aspetto di avere delle risposte a riguardo. Serve chiarezza. E vogliamo capire quale sia il programma previsto di migliorie riguardante l’Sfm1, a livello di infrastruttura e di materiale rotabile, per riportare la linea ad un livello soddisfacente».