Strade piene di buche, il Comitato Mobilità e Sviluppo Alto Canavese scrive agli enti locali perchè corrano ai ripari.

Strade piene di buche

Il Comitato Mobilità e Sviluppo Alto Canavese lancia un appello alla Città Metropolitana e ai Comuni dell’Alto Canavese perchè intervengano il prima possibile sulla situazione delle strade del nostro territorio. L’asfalto è stato rovinato dalle recenti piogge, non particolarmente violente, come lo stesso comunicato del Comitato sottolinea.

Il Comunicato

Cari Dirigenti e Funzionari competenti dei Comuni Canavesani e della Città Metropolitana,
Per favore fate qualcosa per la viabilità alto canavesana.
Chiunque percorra la ex SS 460 in questi giorni, dopo le recenti moderate piogge stagionali (nulla di eccezionale quindi) si troverà di fronte ad una collezione di buche, di tanto in tanto tappate con qualche badilata di asfalto rapido. Stessa situazione dicasi per i comuni e le loro frazioni, da anni non riasfaltate.
Non è un problema solo di Rivarolo o Cuorgnè, ma di quasi tutti i Comuni altocanavesani.
Non è passato molto tempo dalle ultime elezioni, quando il Canavese è stato percorso in lungo ed in largo da politici più o meno sconosciuti, presto votati e subito dimentichi dei nostri problemi. Senza contare poi lo stucchevole teatrino degli amministratori locali, fra i quali spiccano quelli di Rivarolo e Cuorgnè, che fanno a gara per intestarsi il merito di interventi decisi in seno agli organi tecnici della Città Metropolitana (dei quali peraltro, come la rotonda di Bosconero, siamo sempre in attesa dell’inizio lavori).
Cari Dirigenti, ormai il nostro Comitato non ha più fiducia nei politici locali in carica, che hanno abdicato alla loro funzione di guida delle Amministrazioni, trincerandosi dietro alle scuse della mancanza di fondi oppure che non è loro competenza.
Quando viene steso un manto di asfalto od un guard – rail è ripristinato, bisogna ringraziare il funzionario preposto, non il politico, che il più delle volte non sa nemmeno cosa stia facendo la sua tecnostruttura, impegnato com’è in altro.
Lanciamo un appello ai dirigenti ed ai funzionari della Amministrazioni Pubbliche della Provincia, affinchè varino un piano straordinario di manutenzione della ex SS 460, e che i funzionari comunali si sforzino di trovare, nelle pieghe dei bilanci, le risorse necessarie alla sicurezza ed al decoro delle strade delle nostre Città e Frazioni.

Leggi anche:  Arriverà la tempesta magnetica del secolo (ma non sappiamo quando)

Il Comitato