Un convegno in onore di Ines Poggetto ad organizzarlo, domenica 10 marzo, alle ore 14.30,  presso il salone del LanzoIncontra, in piazza Rolle, è la Società Storica Valli di Lanzo.

Un convegno

Domenica 10 marzo un convegno in onore di Ines Poggetto ad organizzarlo, alle ore 14.30,  presso il salone del LanzoIncontra, in piazza Rolle, è la Società Storica Valli di Lanzo. In collaborazione con l’Amministrazione comunale e il Comitato Ponte del Diavolo, in occasione dei 100 anni dalla nascita della poetessa lanzese. Il titolo dell’iniziativa è già di per se esplicativo: «Ines Poggetto, anima intensa delle Valli di Lanzo».

Chi era Ines

lnes Poggetto nacque a Torino il 6 gennaio 1919, da Moise, ebreo, e Natalina Margherita Rolando, cattolica. Si diplomò maestra nel collegio ligure di Vallecrosia, in provincia di Imperia, nel 1938. Si laureò all’Università di Torino, facoltà Magistero. Insegnò a Pugnetto di Mezzenile, a Monasterolo di Cafasse, Balangero e Lanzo. Nell’agosto del 1944 il padre venne ucciso ad Auschwitz. Allora Ines collaborò con la Resistenza.

La sua storia

Successivamente, in qualità di assessore alla Cultura del comune di Lanzo, favorì l’apertura della Biblioteca civica, inaugurata nel 1970. Fondò, nel 1977, con molti amici, il Comitato per la celebrazione del sesto Centenario del Ponte del Diavolo. Nel 1974 le è stata conferita 1’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica ltaliana. Membra della Società Storica delle Valli di Lanzo dal 1959, per molti anni fu vicepresidente del sodalizio, che nel 2001 l’ha insignita del Sigillo d’Oro.

Curiosità

Nel 2009 il comune di Lanzo le ha intitolato la Scuola dell’infanzia. Ines Poggetto è morta a Lanzo il 20 febbraio del 2007.  In occasione di questo convegno in suo ricordo interverranno, oltre al sindaco di Lanzo, Ernestina Assalto, Luisella Casassa, Giancarlo Chiarle, Marica Barbaro, Luciano Boccalatte, Ester Francesetti, Emanuela Lavezzo, Albina Malerba, Gianni Oliva e Valeria Rolando.