I festeggiamenti per la Virgo Fidelis, patrona dell’arma dei carabinieri si è festeggiata quest’anno fra Leini e Rivarossa.

Virgo Fidelis

Una parte dei festeggiamenti della Virgo Fidelis si sono tenuti anche a Leini. Com’è infatti tradizione, la Santa patrona dell’Arma è di anno in anno festeggiata a Leini, a Rivarossa o a Lombardore. Domenica 2 dicembre, l’Associazione nazionale carabinieri sezione Salvo D’Acquisto si è ritrovata per festeggiare la sua protettrice con il clou tenutosi a Rivarossa.

Deposizione della corona d’alloro a Leini

L’appuntamento si è aperto alle 8,30 con la partecipazione di una delegazione che è andata al parco intitolato a Padre Pio, in via Torino, presso il monumento al Carabiniere, per l’alzabandiera e la deposizione di una corona d’alloro in memoria di tutti i militi dell’arma deceduti. Alla cerimonia, guidata da Manlio Michelin, hanno partecipato anche il sindaco Gabriella Leone, il suo vice Fabrizio Troiani e l’assessore a Commercio e Ambiente Raffaella Arzenton.

Il ricordo a Rivarossa

Il gruppo, guidato dal presidente della sezione Giuseppe Ungari, si è poi spostato a Rivarossa dove si è formato il corteo che si è ritrovato di fronte al monumento ai Caduti di tutte le Guerre per la deposizione di un’altra corona d’alloro. Dopo la partecipazione alla Messa presso la chiesa San Rocco di Rivarossa e il ricordo di tutti i militi scomparsi nelle varie guerre e missioni, c’è stata la foto di gruppo a cui è seguito il pranzo che è stato consumato presso il ristorante La Lenza di Volpiano, in Regione Cravero 30.