Un successo l’evento organizzato dall’associazione ‘’Voglio solo un sorriso – Martina” per raccogliere fondi in favore dei bambini malati dell’ospedale infantile Regina Margherita e di Ivrea.

‘’Voglio solo un sorriso – Martina”

Un cucciolo di cane: è questo il dono più originale chiesto a Babbo Natale dalla piccola Micaela. Dono che le è stato consegnato da Santa Claus in persona nella casetta allestita in piazza Michelangelo Buonarroti dai volontari dell’associazione ‘’Voglio solo un sorriso – Martina” di Leini.

Domenica 23 dicembre

Il ritiro è avvenuto domenica 23 dicembre in occasione della manifestazione organizzata dal sodalizio guidato da Domenico Stangoni con l’aiuto di altre associazioni cittadine come l’Asd Podistica Leini, il Vespa Club e il Moto club Urio Reami. A metà mattina erano già duecento i piccoli Babbo Natale presenti alla manifestazione e che hanno partecipato alla passeggiata podistica, sono saliti sui pony, che hanno ballato sulle note dei Libera Uscita o che si sono fatti truccare il volto.

Leggi anche:  Entra in scena l’Autunno: Ponte di Ognissanti rovinato dal maltempo

Soddisfatto il presidente Stangoni

«Siamo veramente felici per la partecipazione – dice Domenico Stangoni – sia per l’accoglienza ricevuta dai negozianti delle Betulle che ci hanno offerto un grande aiuto affinché la manifestazione riuscisse nel migliore dei modi. Grazie al contributo di tutti siamo riusciti a raccogliere mille e 300 euro e a consegnare numerosi regali ai bambini dei reparti oncologici del Regina Margherita di Torino dell’ospedale d’Ivrea e ai bambini autistici. La riuscita dell’evento è soprattutto merito di tutti i componenti dei vari sodalizi e dei ragazzi che fanno parte della nostra associazione: Anastasia, Pierfranco, Walter, Mauro, Roberto, Luca, Sonia, Daniele, Francesca, Alessia, Noemi, Irene, Yvonne, Elisa, Leo. Sono loro, con il supporto importante di mia moglie, la vera anima delle iniziative che promuoviamo in ricordo di Martina e in favore dei bambini che in questo momento sono meno fortunati di altri ma che ci auguriamo tornino a vivere una vita serena”.