In Consiglio comunale a Volpiano è stata approvata, a differenza di quanto accade a Rivarolo Canavese, la “rottamazione” delle cartelle esattoriali.

Rottamazione cartelle esattoriali

Nella seduta di lunedì 29 luglio il Consiglio comunale di Volpiano ha approvato alcuni aspetti riguardanti il bilancio, conseguenti a precisi obblighi di legge. In particolare, oltre alla salvaguardia degli equilibri di bilancio, alla verifica dello stato di attuazione dei programmi e all’assestamento di bilancio, l’assemblea ha esaminato la questione delle cartelle esattoriali in seguito alla «rottamazione», ovvero al provvedimento di legge che abbatte i debiti dei contribuenti nei confronti della Pubblica amministrazione di importo inferiore a mille euro, accertati dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

Equilibri di bilancio

Per il Comune di Volpiano, si tratta di 105mila euro per violazioni al Codice della Strada, 70mila euro per la Tarsu e 6mila euro per l’Ici. «Saggiamente – ha spiegato l’assessore al Bilancio Giovanni Panichelli – tali importi, a suo tempo, sono stati tolti dai residui attivi del bilancio e, perciò, la rottamazione non ha un effetto negativo sul nostro bilancio».

Leggi anche:  Crema anti acne ritirata

Procedura adottata

La stessa procedura è stata adottata per i 122mila euro di cartelle esattoriali riguardanti la Tia (Tariffa di igiene ambientale), acquisite dal Consorzio di Bacino 16 e garantite da un adeguato fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità.